“Truffa dei diamanti”: panico tra gli investitori trentini

L’ultima truffa che sta mettendo a  rischio gli investimenti dei consumatori trentini si chiama “truffa dei diamanti”. Si parla di ben 12 milioni di euro svaniti nel nulla, fino a 500 mila euro le perdite individuali. A darne notizia è il Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti di Trento che ricorda agli investitori di fare sempre riferimento ad una serie di check list contenute in una guida distribuita gratuitamente dal Centro, da utilizzare “prima”, “durante” e al momento di scegliere un investimento.In particolare sono disponibili check list sui seguenti argomenti:

  • Check list: quali domande fare nel colloquio di consulenza sugli investimenti
  • Check list: cosa deve contenere il protocollo di consulenza finanziaria
  • Check list: le regole cui prestare attenzione per evitare proposte di investimento poco affidabili
  • Check list: come valutare il consulente ai raggi X in 7 mosse
  • e altro ancora.

In generale, prima di decidere su come, dove e con chi investire una parte piccola o grande dei propri risparmi, il Centro consiglia di fare attenzione: alla misura dei rendimenti promessi; diffidare delle sparate da “bar dello sport” che parlano di rendite mirabolanti in breve tempo; a non versare nelle mani di un solo intermediario l’intero capitale disponibile o una sua parte consistente; a non fidarsi anche delle persone “conosciute” o dare retta a parenti e amici che vi vogliono introdurre nell’affare; leggersi sempre molto bene i prospetti pubblicitari e i fogli informativi dei prodotti proposti: se non si hanno le idee chiare, meglio prendere tempo e parlarne con consulenti indipendenti; se si ha il sentore di essere stati vittime di una truffa, non esitare a sporgere denuncia alle forze dell’ordine.

Comments are closed.