Bond Grecia, Codacons lancia azioni risarcitorie per risparmiatori ignari

Mentre la situazione economica e politica della Grecia continua a peggiorare e si avvicina sempre di più all’uscita dall’euro, il Codacons lancia una nuova offensiva legale a tutela dei risparmiatori italiani che hanno acquistato titoli greci. O meglio dei risparmiatori cui le banche hanno continuato a vendere titoli greci, nonostante sapessero già da tempo che la Grecia non avrebbe avuto la capacità di onorare il proprio debito sovrano.

Almeno a partire dalla metà del 2009 – spiega il Codacons – le agenzie avevano iniziato a rivedere al ribasso il rating greco, portandolo in pochi mesi da A a BB. Nonostante tutte queste informazioni di cui le banche in quanto soggetti finanziari disponevano, i bond hanno continuato ad essere venduti tranquillamente ad ignari risparmiatori, senza alcuna informazione precisa in proposito. Non solo . continua l’Associazione – Chi già deteneva titoli greci in portafoglio, acquistati in periodi in cui nulla si sapeva dell’effettiva situazione greca, non è stato avvisato dalla propria banca dell’evoluzione negativa della Grecia e quindi dell’opportunità di valutare un disinvestimento finalizzato ad evitare il default”.

“Sono numerose le sentenze dei tribunali che ravvisano la responsabilità degli intermediari finanziari, non solo per non aver dato dettagliate informazioni al momento dell’investimento ma anche per non aver avvisato i clienti di un progressivo peggioramento del merito di credito dell’emittente,  come nel caso dei bond greci”. Il Codacons lancia quindi una campagna diretta ai possessori di titoli greci: i risparmiatori possono aderire alle azioni risarcitorie avviate dall’associazione contro le banche italiane, volte ad ottenere il rimborso integrale dei soldi investiti. Per partecipare all’iniziativa è sufficiente seguire le istruzioni riportate sul sito www.codacons.it

Comments are closed.