Btp Italia, al via secondo collocamento

A partire da oggi e fino a giovedì compreso, i risparmiatori potranno partecipare al secondo collocamento dei BTp Italia, il titolo di Stato quadriennale indicizzato all’inflazione italiana. Il tasso cedolare annuo minimo garantito (e provvisorio), è stato fissato al 3,55%, l’1,1% in più rispetto a quello del primo BTp Italia quando vennero raccolti 7,29 miliardi di euro.Il BTp Italia è il primo titolo di Stato indicizzato all’inflazione italiana, con cedole semestrali e durata quadriennale. È un investimento di medio termine rivolto ai piccoli risparmiatori, visto che la remunerazione è sempre allineata al costo della vita. La cedola semestrale, indicizzata all’indice Foi (eslusi i tabacchi) del semestre di competenza, è corrisposta in via posticipata. Al rendimento minimo del 3,55 per cento va aggiunto quindi il tasso di inflazione italiana. Al rendimento va poi detratta la tassazione che, così come gli altri titoli di Stato, è pari al 12,5 per cento.

L’acquisto avviene direttamente on-line, attraverso qualsiasi sistema di home banking abilitato alle funzioni di trading. Come gli altri BTp, i BTp Italia si possono prenotare allo sportello presso la propria banca o l’ufficio postale. Il taglio minimo è di 1.000 euro. Chi prenota il titolo all’emissione è sicuro di aggiudicarsi il quantitativo.

Per invogliare i piccoli risparmiatori a sottoscrivere il titolo, il Tesoro ha previsto un premio di fedeltà nella misura dello 0,4% lordo sul valore nominale dell’investimento per tutti coloro che acquistano i titoli al momento dell’emissione e li detengono fino alla scadenza.

Comments are closed.