Crack Deiulemar, tasse ridotte per le vittime

La buona notizia è che i quasi tredicimila obbligazionisti coinvolti nel fallimento della compagnia Deiulemar si vedranno ridotta al minimo l’Imu e la Tarsu. E’ quanto ha reso noto il sindaco Gennaro Malinconico accogliendo l’appello dell’Unione Nazionale Consumatori che aveva chiesto di evitare un’ulteriore stangata per le vittime del crac. “La riduzione delle tasse per i contribuenti travolti dal crac della Deiulemar gioverà alla collettività perché il caso coinvolge l’intera economia cittadina” ha detto Antonio Cardella, responsabile della sede territoriale di Torre Del Greco (Napoli) dell’UNC.“La vicenda è stata sottovalutata e gestita male fin dall’inizio. Nonostante le tante iniezioni di fiducia e le proposte che avrebbero potuto, in qualche modo, garantire la continuità della società e, nel contempo, il soddisfacimento dei creditori -spiega Cardella- coloro che dovevano e potevano fare di più hanno sprecato tre mesi di trattative litigando tra loro e, a turno, accusandosi reciprocamente. Tante le responsabilità, a cominciare dagli organi deputati al controllo che, per oltre 40 anni, hanno chiuso gli occhi, consentendo illeciti guadagni e, nel contempo, l’impoverimento di un’intera città”.
I risparmiatori coinvolti nella vicenda potranno segnalare il loro caso scrivendo all’indirizzo di posta elettronica aiutoconsumatorre@libero.it o contattando i seguenti recapiti telefonici: 081-8491273 e/o 338-2848122.

5 Commenti a “Crack Deiulemar, tasse ridotte per le vittime”

  1. francesco ha detto:

    se la notizia è vera rappresenta un timido passo dell’amministrazione locale verso i risparmiatori . credo che sia arrivato il momento di porre fine alla presa per i fondelli dei risparmiatori. i vertici della deiulemar hanno messo in atto una vera e propria truffa non solo verso i risparmiatori, ma nei confronti della citta intera. è arrivato il momento che questi ladri vengano messi in galera.

  2. Serena ha detto:

    Beati voi che avete tante proprieta’ da pagare imu per la seconda e terza casa
    Io non ho proprio niente !!

    Forse sono piu’ vittima di voi tutti.

  3. Raffaele ha detto:

    LE VITTIME SONO ANCHE QUELLE CHE SONO EMIGRATE!!!!!! Le persone che sono andate via da Torre del Greco per costruirsi un futuro, non avendo avuto opportunità degne per un essere umano nel paese dove si è cresciuti, non solo sono state pugnalate a sangue dalla vicenda Deiulemar vedendo vanificare gli stentati sacrifici fatti in un altro paese, ma subiscono un indecente voltafaccia anche dalle Istituzioni, che nei momenti opportuni dimenticano che Torre del Greco ha i propri figli su tutto il territorio nazionale. L’IMU è pagata anche dai torresi emigrati e che hanno, purtroppo stupidamente, alimentato l’economia Torrese a distanza.

  4. Peppe ha detto:

    La riduzione sarà anche applicata a chi non è di Torre del Greco?

  5. domenico ha detto:

    salve io come tutti i torresi,sono uno dei tanti.
    volevo chiedere. io ho gia pagato l’IMU 2012 col l’aliquota del 0,4 % per la prima casa e del 0,76 per 2 seconde case .avendo letto che il comune si sta adoperando per ridurre la suddetta IMU è possibile che cambiano le aliquote e se è cosi ,visto che ho gia pagato cosa devo fare. grazie