Lehman Brothers, Confconsumatori: al via prima tranches di rimborsi

Buone notizie per gli obbligazionisti della Lehman Brothers. Dopo l’entrata in vigore del piano di ristrutturazione votato dai creditori ammessi al passivo e omologato dal tribunale di New York il 6 dicembre scorso, la scorsa settimana si è avviata la prima tranche di rimborsi in favore degli obbligazionisti. Ne da notizia Confconsumatori che spiega: “Al primo riparto parteciperanno solo i creditori che, alla data del 18 marzo, risultavano effettivamente ammessi al passivo della Lehman Brothers Holding. I possessori di titoli emessi direttamente dalla holding statunitense, per i quali il piano prevede un rimborso pari al 21,1% del valore nominale, riceveranno con questa prima tranche soltanto il 6,02% del credito ammesso”.Con riguardo, invece, ai titolari delle obbligazioni emesse dalla olandese Lehman Brothers Treasury (Lbt)  società veicolo che ha emesso la gran parte dei bond collocati in Italia e chiamata a gestire direttamente una quota dei rimborsi, si è stabilito, nel piano, un recupero complessivo del 27% del valore nominale dei titoli. I creditori di tale società, con il primo riparto, riceveranno il 3,61%.

Il secondo riparto è previsto per fine settembre. Il processo di distribuzione si protrarrà per due anni fino al 2014, ma la legge americana consente eventuali proroghe.

La Confconsumatori invita pertanto i risparmiatori interessati a rivolgersi alle proprie banche (che, all’epoca, effettuarono per i propri clienti le istanze di ammissione al passivo della procedura) per verificare l’effettivo accredito dei rimborsi.

 

Comments are closed.