Tango bond, TFA: Argentina promette di ristrutturare debito

L’Argentina ha annunciato oggi la propria intenzione di presentare una proposta al giudice Griesa per avviare le trattative con gli hedge funds che hanno recentemente vinto ilcontenzioso giunto fino alla Corte Suprema americana. Il Capo di Gabinetto del Governo argentino, Capitanich, ha dichiarato l’intenzione di “pervenire a condizioni eque per il 100% degli holdouts”, precisando però che “l’equità non può essere stabilita da un giudice statunitense”.

La TFA, l’associazione per la tutela degli investitori in titoli argentini, segue con attenzione le ultime e discordanti dichiarazioni argentine circa la trattativa che si svolgerà a breve con gli hedge funds. Nonostante le continue manovre ostruzionistiche da parte argentina per ritardare il procedimento arbitrale ICSID, la TFA sta assistendo agli ultimi passi dell’udienza finaledell’arbitrato e si attende entro l’anno un lodo favorevole per gli obbligazionisti italiani che non hanno aderito alle offerte del 2005 e del 2010. “Nonostante la TFA abbia piena fiducianegli esiti dell’arbitrato ICSID, rimane comunque aperta a negoziazioni in buona fede su basi accettabili e non imposte unilateralmente” dichiara il presidente TFA Nicola Stock. “Gli obbligazionisti italianiattendono anche loro, dopo tutti questi anni, di essere invitati ad una negoziazione in buona fede per raggiungere una soluzione equa ed effettiva” continua Stock.

Le evoluzioni di questi giorni dimostrano come la riaffermazione dello stato di diritto abbia reso necessario per il Paese sudamericano la ricerca di una soluzione del debito rimastoholdout dal 2001. “E’ una buona occasione per il Paese per risolvere una volta per tutte questa pendenza” conclude Stock.

2 Commenti a “Tango bond, TFA: Argentina promette di ristrutturare debito”

  1. TULLIO PORTA ha detto:

    L’Argentina è un magnifico paese con stupende preziosità turistiche e simpatica popolazione per lo più oriunda italiana. Gode di notevoli risorse ma di un atavico mal governo teso alla depredazione dei propri cittadini, noi italiani ne sappiamo abbastanza. Non sorprende pertanto che non abbia avuto remore a rubare al mondo intero che lo aveva finanziato dandogli fiducia. Sono politicanti criminali in quanto ladri. Vada avanti Nicolas Stock !!!

  2. Silvano Rucci ha detto:

    Un Paese ricco di materie prime (vedi petrolio) e di risorse agricole (vedi soia e carni), con due fallimenti precedenti ed un terzo alle porte a mio avviso è una Società che approfitta dei soldi altrui e non conosce la morale della restituzione!

    Avere senso morale della restituzione implica avere conoscenza delle consuetudini civili e sociali nei comportamenti umani. La morale è l’insieme dei costumi e delle usanze ereditate dai propri antenati. Tre fallimenti in questo caso dimostrano atavica mancanza di morale. Da parte argentina non si è alla ricerca del bene di un Popolo che non può pagare essendo povero!