Spending review, Legambiente: spostare contributo all’autotrasporto su ricerca scientifica

“Recuperare i fondi per la ricerca scientifica dal contributo all’autotrasporto”. È quanto chiede la petizione lanciata da Legambiente insieme a una trentina di scienziati ed esponenti del mondo scientifico e accademico contro i tagli alla ricerca operati dalla spending review. “Io sto con la ricerca”, si chiama la petizione, che chiede che la revisione di spesa non comprometta la crescita culturale dell’Italia.

Basta con i tagli alla ricerca. Se è necessario tagliare, lo si faccia a partire dai finanziamenti che vengono elargiti a piene mani a tutto il settore del trasporto su gomma che usufruisce da anni di contributi che, al contrario della ricerca,  non portano alcun beneficio al Paese”, afferma l’appello di Legambiente, che chiede di dirottare una parte dei fondi destinati all’autotrasporto sulla ricerca.

“Il Governo Monti con la spending review – si legge nell’appello già firmato da 30 nomi del mondo scientifico e accademico – taglia in modo indiscriminato i fondi agli enti di ricerca, scientifici umanistici e ambientali, compromettendo importanti progetti. I tagli previsti in tre anni ammontano a 210 milioni di euro (33.147.093 nel 2012 e 88.392.247 per il 2013 e 2014)”. Al tempo stesso, la cifra per l’autotrasporto – pari a un costo annuale di 400 milioni di euro – è stata garantita anche per il 2013. L’associazione chiede dunque “un emendamento al decreto che sposti alla ricerca una parte dei fondi destinati agli autotrasportatori, annullando così i tagli previsti”.

Comments are closed.