“Tassa”salvataggi bancari, Codacons: pronti a denunce per appropriazione indebita

In arrivo la tassa sui salvataggi bancari che sarà applicata sui conti correnti degli italiani. Alcune banche, infatti, stanno inviando comunicazioni ai propri correntisti, informando dell’applicazione di un importo che può arrivare a 25 euro, motivando tale scelta con la necessità di rientrare dei costi del “Fondo Nazionale di Risoluzione”. Secondo il Codacons si tratta di una tassa inaccettabile, contro la quale scatteranno una raffica di denunce.

“Mentre i danni del terremoto sono pagati dai cittadini e non dalle banche, le conseguenze della mala gestione bancaria viene scaricata sugli italiani, attraverso tasse come quella imposta ora da alcuni istituti bancari”, dicono dall’associazione. “Se anche un solo euro dei soldi dei correntisti verrà prelevato dalle banche con questo nuovo balzello, il Codacons non solo inviterà i clienti a chiudere i conti e ritirare i propri soldi, ma presenterà una serie di denunce in Procura alla luce della possibile fattispecie di appropriazione indebita”.

Comments are closed.