Telecom Italia Media e L’Espresso uniscono frequenze, domani firma dell’accordo

Domani, 9 aprile, (salvo sorprese dell’ultim’ora) sarà il giorno della firma dell’accordo tra Telecom Italia Media e il gruppo L’Espresso per unire le rispettive frequenze televisive possedute sul digitale terrestre. “Con questo accordo – dichiara Vincenzo Somma direttore di Altroconsumo Finanza – verranno unite 4 frequenze (due di Telecom Italia Media e due di Rete A, controllata da l’Espresso) e farà nascere il primo operatore indipendente del settore”.

“La nuova società sarà controllata al 70% da Telecom e al 30% da L’Espresso. È molto probabile che l’operazione non dovrà passare al vaglio dell’Antitrust – continua Somma – visto che non saranno superate le soglie di fatturato che ne fanno scattare l’intervento”. “Da questo accordo – fanno notare gli analisti di Altroconsumo Finanza – rimane fuori però una terza frequenza di Telecom Italia Media, che, però, stando alle indiscrezioni, sarà comunque affidata alla nuova società, ma rimarrà la 100% di proprietà di Telecom. La scelta di escludere dall’accordo questa frequenza sembra essere legata alla volontà di Telecom Italia di valutare in futuro diverse opzioni per la destinazione di questa risorsa.

Comments are closed.