Tobin Tax, Adiconsum: “Il Governo si schieri a favore”

Mancano pochi giorni al Consiglio Europeo del 18-19 ottobre prossimi, ma l’Italia non ha ancora espresso una posizione definitiva sulla tassa sulle transazioni finanziarie, la cd. Tobin Tax. Adiconsum sollecita il Governo Monti a chiarire la sua posizione, visto che rispetto alla posizione di netta chiusura della vecchia maggioranza, questo Governo ha segnato una decisa inversione di tendenza.

“È giunta l’ora – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale di Adiconsum – che l’Italia si schieri al fianco degli altri Paesi europei per richiedere l’introduzione della Tassa sulle Transazioni Finanziarie aderendo alla proposta di cooperazione rafforzata. Adiconsum – prosegue Giordano – è da anni sostenitrice della TTF all’interno di una proposta di profonda revisione dei mercati finanziari e del loro funzionamento, in quanto, frenando la speculazione, diminuirebbe l’instabilità dei mercati con ricadute positive anche per i risparmiatori. La tassa, correttamente orientata colpirebbe la speculazione, l’high frequency trading, i derivati, tutelando maggiormente i consumatori. La tassa – conclude Giordano – contribuirebbe a restituire equilibrio etico alla finanza, i proventi della tassa consentirebbero agli Stati e all’Europa di sviluppare politiche integrative di coesione sociale, contribuendo agli obiettivi di cooperazione e sviluppo e alla lotta al cambiamento climatico”.

Comments are closed.