Visa Europe: nel 2013 aumento di pagamenti elettronici nonostante la crisi

Nonostante il periodo di crisi economica, che stenta a migliorare, ci sono ogni tanto alcuni dati che possono essere letti in positivo. E’ il caso del bilancio del 2013 fatto da Visa Europe: in Italia c’è stato un aumento del 6,3% del numero di transazioni POS (+1,1% dei volumi) e una crescita a doppia cifra (+10,6%) per le transazioni online Visa, con una spesa presso gli esercenti italiani che raggiunge 3,5 miliardi di euro. Buoni risultati anche nel segmento delle prepagate: +11,2% per numero di transazioni effettuate ai terminali POS.

Le carte aziendali registrano una crescita nel numero di transazioni per carta pari a 8,6% vs 2012, che sale a 8,7% per numero di transazioni per carta presso i POS.

Sempre nel 2013 V PAY, il prodotto di debito europeo di Visa Europe, ha rafforzato anche in Italia la propria posizione di marchio leader del segmento debito, con 5,2 milioni di carte V PAY in circolazione in tutta Italia (+6,3% vs 2012) e nessuna frode registrata sin dal suo lancio 6 anni fa. Emesse nuove carte tanto che si stima in 8 milioni di unità il numero di carte V PAY in circolazione nei prossimi due anni.

In particolare, Compass, l’istituzione finanziaria del Gruppo Mediobanca operativa nel credito al consumo, ha emesso “Compass Pay” la prima carta V PAY Native, ossia emessa senza il co-badge con il circuito nazionale di debito Pagobancomat. Il 2014 vedrà il lancio di nuovi programmi e il prosieguo dell’implementazione dei pagamenti contactless/NFC per carte e dispositivi mobili.

Comments are closed.