Confesercenti/Swg: vacanze estive, gli italiani preferiscono il mare

Dove vanno gli italiani in vacanza? Oltre la metà al mare, attirati da sole, tintarella e aria salutare, anche se il 40% degli italiani a malapena si tiene a galla o non sa proprio nuotare. Le vacanze verdi ed eco-sostenibili sono una realtà di nicchia, scelta solo dal 7% dei vacanzieri. In mezzo ci sono le escursioni in montagna e le città d’arte. Chi va all’estero, preferisce Spagna, Grecia e Croazia in quest’ordine. Le stime sono di un sondaggio Confesercenti-Swg che evidenzia come il mare recuperi punti rispetto ai due anni passati e rimanga la meta preferita del 53% degli italiani in vacanza, soprattutto ad agosto. A luglio c’è stato però un calo del 7%, non compensato dall’arrivo delle presenze straniere (più 5%) per cui il calo di fatturato è stato del 10% rispetto allo scorso anno.

Natura, dal clima fresco ed escursioni montane vengono scelte solo dal 12% degli italiani; seguono le città d’arte che occupano il terzo posto con l’11% di vacanzieri, appassionati di cultura. Le vacanze verdi, invece, rappresentano la scelta di nicchia di un 7% che promuove la vacanza eco-sostenibile, seguiti dai più giovani che optano per le metropoli ( il 6%) ed un 4% che si rifugerà, infine, in campagna lontano dai frenetici ritmi urbani.

Sono vacanze non lontane da casa: in media non si percorrono più di 400 chilometri. La metà dei vacanzieri trascorre le ferie estive in un’altra regione italiana, mentre il 22% non si sposterà dalla propria regione di residenza. In media gli italiani non si allontaneranno da casa oltre i 400 chilometri. Le mete preferite sono la Puglia con il 15% delle preferenze, seguita dall’Emilia Romagna (il 12%) e la Toscana (il 12%). Conquista il quarto posto la Calabria, scelta dal 10% del campione, seguita da Sicilia e Sardegna verso cui si dirigeranno rispettivamente il 9% ed il 10% degli italiani che rimarranno nel nostro Paese.

Un 15% di vacanzieri andrà verso l’Europa Mediterranea: nell’ordine, al primo posto nella scelta c’è la Spagna (il 27%) che conferma l’appeal del 2011 (era il 25%), seguita dalla Grecia con un 25% che dimostra di essere una destinazione di successo: negli ultimi due anni, infatti, ha visto crescere le preferenze di ben dodici punti rispetto al 2010. Cresce anche la Croazia, che conquista il terzo posto con il 19% degli intervistati che opta per questa meta (era il 12% nel 2011).

Comments are closed.