Dispositivi elettronici in volo, presto su tutti gli aerei e in tutte le fasi del volo

Separarsi da proprio smartphone, tablet o e-reader è sempre più difficile. Ad esempio, quando siamo in aereo, tutti vorremmo utilizzare il nostro dispositivo elettronico durante il viaggio. Presto potremo farlo tranquillamente, su tutti gli aerei e in tutte le fasi del volo, dall’imbarco all’atterraggio. Questo grazie all’aggiornamento degli orientamenti sull’uso di dispositivi elettronici mobili a bordo, pubblicato oggi dall’Agenzia europea per la sicurezza aerea (AESA).

Si conferma la possibilità di tenere accesi i dispositivi elettronici in modalità “offline” (modalità volo) durante il volo, anche durante il rullaggio, il decollo e l’atterraggio (fasi fino ad oggi escluse), senza nessun rischio per la sicurezza.

Siim Kallas, Vicepresidente della Commissione Europea e Commissario per i Trasporti, ha chiesto all’AESA di accelerare la revisione delle norme di sicurezza sull’utilizzo a bordo di dispositivi elettronici in modalità trasmissione e di pubblicare nuovi orientamenti all’inizio del 2014. “A tutti noi piace restare connessi mentre viaggiamo, ma la sicurezza innanzi tutto. Perciò ho chiesto di rivedere le norme in base a un principio molto semplice: se non è sicuro, deve essere vietato, ma se è sicuro, si può usare rispettando le regole – ha commentato Kallas – Oggi stiamo compiendo un primo passo per estendere l’uso sicuro dei dispositivi elettronici durante le fasi di rullaggio, decollo e atterraggio. Il prossimo sarà capire come collegarsi alla rete durante il volo. La revisione necessita di tempo e deve essere suffragata da prove scientifiche. Prevediamo di pubblicare nel prossimo anno nuovi orientamenti sull’utilizzo dei dispositivi in trasmissione a bordo dei vettori dell’UE.”

Per la prima volta si autorizza l’uso di dispositivi elettronici in modalità “volo” in tutte le fasi del viaggio, dall’imbarco fino allo sbarco. Finora tutti i passeggeri dovevano spegnere i loro dispositivi elettronici durante le fasi di rullaggio, decollo e atterraggio.

Le prossime tappe sono: Bluetooth, Wi-Fi e telefoni cellulari. Kallas ha chiesto all’Agenzia europea per la sicurezza aerea di accelerare la revisione delle norme sull’utilizzo sicuro in aereo dei dispositivi in trasmissione e di pubblicare nuovi orientamenti nei prossimi mesi. In generale le compagnie aeree oggi non consentono l’uso del telefono o del collegamento Wi-Fi dalla chiusura delle porte fino all’arrivo al cancello di sbarco e alla successiva apertura delle porte.

Oggi è possibile collegarsi a internet soltanto in aeromobili appositamente attrezzati, in grado di far collegare i passeggeri a una rete (pratica consentita all’altitudine di crociera). In questi casi il passeggero non si collega a una rete a terra, ma a un sistema di bordo certificato e sicuro. Attualmente soltanto pochi aeromobili sono dotati di questa tecnologia ma il loro numero aumenterà nei prossimi anni. Per gli aerei che offrono questo servizio, la Commissione ha recentemente adottato le decisioni in materia di telecomunicazioni per autorizzare le reti 3G e 4G, fornendo una connessione migliore per i dispositivi in trasmissione.

Cosa cambia nel prossimo volo? Ora spetta alle compagnie aeree aggiornare le loro norme operative. Molte lo faranno nelle prossime settimane ma, in ogni caso, i passeggeri devono sempre rispettare le disposizioni di sicurezza del personale di bordo, quindi si potranno usare i dispositivi elettronici soltanto se l’equipaggio lo consente. Il personale di bordo chiederà sempre l’attenzione dei passeggeri durante la dimostrazione di sicurezza e potrà esigere che i dispositivi più voluminosi vengano riposti durante il decollo e l’atterraggio.

Comments are closed.