Estate 2018. Viaggi e tessera sanitaria, Ministero Salute: ecco dove serve

Kenya, Croazia, Stati Uniti o Australia. Qualunque sia la meta delle ormai imminenti vacanze, meglio sapere in anticipo se è il caso di portare con sé la tessera sanitaria o stipulare un’assicurazione apposita per eventuali inconvenienti di salute durante il periodo di soggiorno all’estero. A fare chiarezza su come è meglio comportarsi ci ha pensato la guida interattivaSe parto per…” del Ministero della Salute che da diversi anni consente di avere informazioni sul diritto o meno all’assistenza sanitaria durante un soggiorno in un qualsiasi Paese del mondo.

Il funzionamento è molto semplice: basta spuntare il paese di destinazione e rispondere a tre domande (Dove vai? Per quale motivo? A quale categoria appartieni?).

Facciamo un esempio. Se si parte per Cuba per un soggiorno temporaneo di tipo turistico e si è iscritti al Servizio Sanitario Nazionale, occorre ricordarsi che non è prevista alcuna forma di tutela da parte del Servizio Sanitario Nazionale (SSN). È esclusa anche la copertura delle prestazioni di pronto soccorso ed è quindi consigliabile provvedere, prima della partenza, alla stipula di un’assicurazione sanitaria privata.

Solo una corretta informazione dei cittadini che si spostano all’interno dei Paesi Ue e di qualsiasi altro Paese del mondo – spiega il ministero – può garantire, infatti, il pieno esercizio del diritto di circolazione e di soggiorno, in termini di sicurezza sociale, nei Paesi diversi da quelli di origine”.

Per chi invece resta in Italia e vuole conoscere in anticipo le ondate di calore al via da quest’anno, nell’ambito della campagna ”Estate sicura”, la App Caldo e Salute, disponibili su dispositivi Android e Apple.

La “App Caldo e Salute” lanciata quest’anno, permette invece, selezionando il luogo di interesse di interesse, di conoscere i livelli di rischio per la salute in ogni città per i tre giorni per cui viene sviluppata la previsione delle ondate di calore attraverso una mappa di facile consultazione dai dispositivi portatili. Inoltre fornisce le raccomandazioni per la prevenzione e numeri utili a livello locale.

 

Prima pubblicazione 23/07/2018 ore 11.14

Comments are closed.