Maldive, chi rinuncia al viaggio ha diritto al rimborso integrale

Le Maldive, meta preferita dei turisti, sono teatro di un forte scontro politico. In particolare nella capitale Malè si stanno verificando violenti scontri da diverse settimane. Nella notte di lunedì 6 febbraio i disordini si sono aggravati ed hanno coinvolto manifestanti ed esercito. 

Il Ministero degli Esteri ha quindi consigliato di limitare la permanenza nella capitale Malé al solo transito aeroportuale da e per i villaggi turistici, che non sono stati coinvolti dai disordini.  Le ultime notizie ufficiali parlano di una situazione tornata rapidamente alla normalità, dopo le dimissioni del Presidente e l’insediamento del nuovo governo. Ma è necessaria la prudenza e sul sito www.viaggiaresicuri.it si consiglia di evitare possibili assembramenti, luoghi isolati e di circolare da soli nelle ore notturne. Si invitano, inoltre, i connazionali a registrare i dati relativi al viaggio sul sito Dove siamo nel mondo. In caso di gravi incidenti o dell’insorgere di gravi patologie di tipo sanitario si dovrà, molto probabilmente, essere trasportati via aerea a Colombo in strutture specializzate oppure – con tempi di percorrenza più lunghi – a Chennay in India. A tale riguardo si consiglia di sottoscrivere una assicurazione che copra anche le spese sanitarie e l’eventuale trasferimento aereo del malato in altro Paese o il rimpatrio.

Chi decide di disdire un viaggio alle Maldive precedente acquistato, ha diritto al rimborso integrale di quanto versato. Lo afferma il Codacons, che spiega: “E’ comprensibile che gli utenti, in tale situazione di incertezza, preferiscano rinunciare a recarsi alle Maldive. In tal caso – afferma il Presidente dell’Associazione Carlo Rienzi – il diritto alla paura è un elemento sufficiente a garantire all’utente il rimborso integrale di quanto già versato per la vacanza, o il diritto alla sostituzione del pacchetto con altro di eguale valore, senza spese a suo carico. Qualora le agenzie di viaggio dovessero opporsi al rimborso integrale o alla sostituzione del pacchetto – conclude Rienzi – i cittadini possono rivolgersi al Codacons per ottenere tutela legale”.

3 Commenti a “Maldive, chi rinuncia al viaggio ha diritto al rimborso integrale”

  1. GA ha detto:

    Il Ministero degli esteri sconsiglia di recarsi a Malè (la capitale) e invita a contattate il proprio tour operator. Controllate costantemente il sito http://www.viaggiaresicuri.it, dove la Farnesina pubblica aggiornamenti quotidiani e contattate anche le associazioni dei consumatori che si stanno occupando della cosa (Codacons, Adoc o Federconsumatori). Noi continueremoa seguire la cosa e ne daremo informazione.

  2. Licia Randazzo ha detto:

    Bruno Rainaldi anch’io ho il tuo stesso problema io e mio amrito partiamo domenica sera e a me sta vendendo l’ansia e il panico non sappiamo cosa fare e mi piacerebbe tanto avere una risposta da qualcuno su cosa possiamo fare…se leggi l’sms e vuoi cercarmi fallo su facebook io pitturo vedrai un’immagine di una borsa sul profilo fammi sapere se sai qualcosa grazie..qualcuno risponda grazie

  3. Bruno Rainaldi ha detto:

    Vorrei rinuciare ad un viaggio alle Maldive prenotato per 11/02/2012 con valtur cosa devo fare?