#Natale2017, Federalberghi: oltre 15 mln in viaggio per le feste

Natale e Capodanno: si parte. Fra le due festività si muoveranno quasi 15 milioni 300 mila italiani, con un aumento del 7,7% rispetto allo scorso anno, e un terzo di chi partirà (il 33,3%) si concederà una vacanza lunga che comprenderà entrambe le festività. Quasi tutti rimarranno in Italia, destinazione altre città, montagna e arte, e il giro d’affari stimato sarà di 9,9 miliardi di euro, in aumento del 13,3% rispetto allo scorso anno. I numeri sono di Federalberghi, accoglie positivamente l’andamento del turismo delle feste.

Dice il presidente Federalberghi Bernabò Bocca: “I programmi di viaggio degli italiani per Natale e Capodanno fanno segnare una netta crescita rispetto allo scorso anno, confermando il trend rilevato in occasione dei ponti di Ognissanti e dell’Immacolata. Siamo sulla scia luminosa di una ripresa che merita massima attenzione, il cui germe è proprio nel turismo e nella continuità delle sue buone performance”.

La fotografia delle vacanze è scattata dell’indagine relativa al movimento degli italiani per le festività di fine 2017, realizzata con il supporto tecnico dell’istituto ACS Marketing Solutions. Fra Natale e Capodanno si muoveranno complessivamente 15 milioni e 298 mila italiani (+7,7% rispetto al 2016), trascorrendo fuori casa in media 3,9 notti. A Natale l’89,5% resterà in Italia e il 10,5% andrà all’estero. A Capodanno il 78% dei vacanzieri resterà in Italia mentre il 21,7% opterà per località estere. Il 65% degli intervistati utilizza i social media e la rete per informarsi e decidere sull’offerta nelle diverse località, sui prezzi e sulle strutture di interesse. Più del cinquanta per cento ha prenotato o intende prenotare l’alloggio rivolgendosi direttamente alle strutture ricettive.

Nel dettaglio, si muoveranno a Natale 8,2 milioni di persone (+16% rispetto al 2016) e il numero medio di notti che si trascorreranno fuori casa sarà pari a circa 6,1. Quali le mete principali? La preferenza sarà data alla vacanza in una città diversa dalla propria nel 32% dei casi, a seguire alle località d’arte (22,9%), alla montagna (25,9%) ed infine alle località marine (9,2%). Per chi andrà all’estero invece, vincono le grandi Capitali europee per l’89,2% dei casi. La spesa media procapite sarà di 684 euro (in aumento rispetto ai 629 dello scorso anno), per un giro di affari previsto di circa 5,48 miliardi di euro contro i 4,35 miliardi del 2016 (+26%).

Oltre 7 milioni di italiani si muoveranno invece per una vacanza esclusiva in occasione del Capodanno, dormendo fuori casa poco meno di quattro notti in media. La meta preferita sarà ancora l’Italia nel 78% dei casi, mentre il 21% dei viaggiatori sceglierà l’estero. La principale destinazione italiana a Capodanno sarà la montagna (32,4%), seguita delle località d’arte (27%), dalle città diverse dalla propria (25,4%) e dalle località di mare (6,2%). Chi invece andrà all’estero nella quasi totalità dei casi (96,4%) visiterà una capitale europea. A Capodanno gli italiani metteranno in conto una spesa media procapite di 603 euro, contro i 596 euro dello scorso anno, determinando così un giro di affari pari a 4 miliardi e 392 milioni di euro (+0,6%).

Comments are closed.