Ponte 1° novembre, Consumatori: 52 mln di euro in più per la benzina

Le famiglie che si metteranno in viaggio per il ponte del primo novembre pagheranno 52,5 milioni di euro in più in benzina rispetto all’anno scorso. Le previsioni, anche quelle rilasciate proprio oggi da Federalberghi, non sono certo delle più rosee, sia per quanto riguarda la crisi economica generale che fa rinunciare ai viaggi, sia per le previsioni meteo scoraggianti. Secondo l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, saranno 3,5 milioni le famiglie che in vista dei prossimi giorni di festa partiranno utilizzando l’automobile.

“Abbiamo calcolato – afferma l’Osservatorio –  che tali spostamenti determineranno un picco nel consumo di benzina pari ad un pieno di 50 litri in più per ogni famiglia”. Ogni pieno, prosegue l’Osservatorio, costerà 15 euro in più rispetto al 2011. Il che significa per le famiglie una maggiore spesa complessiva di 52,5 milioni di euro, che verranno incassati in parte dallo Stato e in parte dalla filiera petrolifera. Commentano i presidenti Federconsumatori e Adusbef Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti: “Cifre come queste parlano da sole. Quanto dobbiamo ancora aspettare per l’avvio di verifiche e controlli severi contro la speculazione e per una riforma dell’intero settore?”.

Comments are closed.