Ponte 25 aprile, Federalberghi: in viaggio 7,5 mln di italiani. +2,2% rispetto al 2016

Sette milioni e mezzo di italiani trascorreranno qualche giorno di vacanza fuori casa, cogliendo al volo l’occasione del ponte del 25 aprile. Meta preferita: il mare. “L’incremento di un 2,2% rispetto allo scorso anno fa ben sperare sia in termini di movimentazione per il mercato turistico, sia in termini di prospettiva per l’imminente ponte del 1 maggio”, commenta il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, in riferimento ai risultati di un’indagine previsionale sul ponte del 25 aprile. “L’auspicio”, conclude Bocca, “è che gli italiani stiano riacquistando lentamente e con un po’ di fatica quella fiducia messa a dura prova dal perdurare della crisi, e che non intendano rinunciare oltremodo ad un bene primario quale è ormai la vacanza”. 

agriturismoOltre alla tradizionale gita al mare, spesso soggetta ai capricci del meteo che in questi giorni propone un clima non particolarmente favorevole al sole e alla spiaggia, saranno in molti a trascorrere una giornata di relax in un agriturismo: ben 1,2 milioni di vacanzieri italiani e stranieri.

Lo rileva una stima fatta da Coldiretti sulla base delle prenotazioni ricevute dalle aziende di Campagna Amica in occasione della Festa della Liberazione. Rispetto allo scorso anno si registra un incoraggiante aumento del 9% anche se pesa la situazione ancora difficile nelle aree terremotate. È infatti l’agriturismo, secondo la Coldiretti, il settore turistico più danneggiato dal sisma.

La capacità di mantenere inalterate le tradizioni alimentari è la qualità più apprezzata dagli ospiti ma sta crescendo la domanda di servizi aggiuntivi. Nelle aziende agricole sono sempre più spesso offerti programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking ma non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici, ma anche corsi di cucina o di orticoltura. Peraltro molte aziende agrituristiche si sono attrezzate con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia.

Comments are closed.