Ponti 25 aprile e 1° maggio, come si riconosce un vero last minute?

Pronti per il ponte del 25 aprile (e per quello del 1° maggio)? Certo non è proprio un momento in cui ci si può sbizzarrire di fronte alla possibilità di fare qualche giorno di vacanza. Ma la tentazione c’è sempre e, soprattutto, ci sono i last minute. Diventati ormai famosi per la possibilità di risparmiare fino al 70% ed anche per la velocità dell’organizzazione. Ma come si riconoscono i veri last minute? Ce lo spiega il Centro di Ricerca e di Tutela dei Consumatori e degli Utenti di Trento.

Prima cosa: attenzione a non confondere le proposte dell‘ultimo minuto con le offerte speciali, promozionali o con i viaggi low cost spesso esposti in bella vista nelle vetrine o nelle pagine web delle agenzie di viaggi. Il vero last minute riguarda pacchetti turistici, oppure solo volo o solo soggiorni, che – rimasti invenduti presso tour operator, compagnie aeree o catene alberghiere a pochi giorni dalla data di partenza – vengono proposti a prezzi molto convenienti, mantenendo le stesse caratteristiche di qualità e servizi previste nelle settimane precedenti a prezzi da catalogo.

Mentre per i veri last minute la disponibilità dei posti è effettiva e aggiornata in tempo reale, per le offerte speciali spesso i posti non si trovano o comunque l’agente di viaggi deve verificarne la reale disponibilità presso il tour operator. Non è quindi un caso che l’acquisto last minute si faccia il più delle volte via Internet o da operatori specializzati in questo segmento di mercato.

Quando si acquista online bisogna prima verificare l’identità del soggetto che organizza il viaggio o che fornisce il singolo servizio. Il fatto che si tratti di una vacanza last minute obbliga comunque il venditore e l’organizzatore a fornire tutte le informazioni previste dal Codice del Turismo D.Lgs n.79/2011 che devono essere fornite contestualmente alla stipula del contratto: orari di partenza, località di destinazione, informazioni sugli alloggi, recapito telefonico da contattare in caso di difficoltà e la facoltà di sottoscrivere un’eventuale assicurazione.

Ecco in sintesi qualche utile consiglio:

  • È bene controllare attentamente le notizie sulle strutture proposte e sulla loro localizzazione utilizzando le informazioni disponibili in internet, il tipo di mezzo di trasporto, le date e gli orari di partenza.
  • Non ci si lasci prendere dall’ansia del buon affare, ma si dedichi il tempo necessario a verificare che cosa l’offerta veramente contiene: il prezzo non deve essere l’unico elemento che ci induce ad acquistare
  • Anche per i viaggi last minute conviene fare un confronto dei prezzi
  • Si valuti dalla data di inizio del viaggio che si sia effettivamente in presenza di un’offerta last minute; se la partenza è tra un mese non si sta comprando un viaggio dell’ultimo minuto e questo può voler dire che più la data di partenza del pacchetto si avvicina e più il prezzo potrebbe ulteriormente abbassarsi
  • Il prezzo ultra‐scontato può essere sì, frutto di ultimissimi posti disponibili, ma talvolta dietro a offerte superstracciate si trovano alberghi di categoria economica. Anche in questo caso è bene informarsi, così da non arrivare impreparati alla meta turistica o comunque con aspettative superiori a quello che l’offerta può realmente garantire
  • Si acquisti il viaggio solo quando si è assolutamente sicuri di partire. Proprio perché il pacchetto last minute viene venduto sotto data di partenza, le penali per un eventuale annullamento del viaggio sono più alte. Per tutelarsi, si sottoscrivano polizze assicurative contro un’eventuale cancellazione.
  • Verificare di essere in possesso di documenti validi per l’espatrio nel paese che intendiamo visitare, prima di concludere il contratto.

Sul sito del CRTCU, www.centroconsumatori.tn.it, nella sezione gestita dallo Sportello Europeo dei Consumatori, “Iniziative” “Sportello Europeo dei Consumatori” è possibile trovare alcuni nuovi opuscoli informativi:

  1. La tutela dei consumatori transfrontalieri, turisti, viaggiatori, internauti nella Provincia di Trento,
  2. E‐commerce gli acquisti a distanza: Come prevenire le truffe e come tutelarsi acquistando un prodotto o un servizio a distanza su internet
  3. I contratti del turismo organizzato
  4. Come affrontare e gestire i reclami con l’organizzatore del viaggio prima, durante e dopo una vacanza rovinata

Per maggiori informazioni e consulenze Sportello Europeo dei Consumatori sec@euroconsumatoriorg, telefono e fax: 0461 262993.

Comments are closed.