Siamo tutti pedoni, l’Unc aderisce all’iniziativa

L’Unione Nazionale Consumatori ha aderito a “Siamo tutti pedoni”, la campagna per la sicurezza stradale promossa sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica dal Centro Antartide di Bologna, con la collaborazione dell’Osservatorio per l’Educazione Stradale e la Sicurezza della Regione Emilia-Romagna. Secondo gli ultimi dati, nel decennio 2001-2010 sono stati uccisi 8.000 pedoni e oltre 200.000 sono rimasti feriti. “Sono cifre spaventose – commenta Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unc – che dimostrano la necessità di cambiare l’attuale cultura della strada sostituendo valori come la velocità e la prepotenza con il rispetto per gli altri, in particolare anziani e disabili”.La campagna, che si svolge nel periodo aprile-maggio 2012 prevede, oltre ad una serie di incontri, la diffusione del libretto “Siamo tutti pedoni” che raccoglie le vignette sul tema dei più importanti disegnatori italiani (Scarica il libretto). E’ pedone chi cammina, ma anche chi guida, perché prima o poi tornerà con i piedi per terra. La campagna Siamo tutti pedoni vuole parlare a tutti per richiamare l’attenzione sulle tragedie che coinvolgono il più debole utente della strada, con lo scopo di far crescere la consapevolezza che questa strage può essere drasticamente ridotta. Facendo rispettare le regole, educando ad una nuova cultura della strada, rendendo strutturalmente più sicure le strade, attuando un’azione preventiva e repressiva più intensa ed incisiva, suscitando un protagonismo diffuso a favore di questa impresa civile nelle istituzioni, nelle scuole e nella società civile.

La campagna, che si svolge con il contributo decisivo dei sindacati pensionati, vuole anche sottolineare il valore del camminare non solo per la mobilità ma anche per la salute e l’ambiente. Vuole sensibilizzare al rispetto del diritto alla mobilità di handicappati, anziani, genitori con passeggino evitando il parcheggio selvaggio e l’occupazione degli spazi riservati.

Comments are closed.