Sicurezza stradale, incidenti in calo. Viasat: telematica ha ruolo decisivo

Le nostre strade diventano ogni anno più sicure ma c’è ancora tanto da fare. Secondo gli ultimi dati Aci-Istat diminuiscono, infatti, incidenti, morti e feriti sulle strade italiane anche se rispetto all’obiettivo europeo 2010 (la riduzione della mortalità stradale del 50%), l’Italia non raggiunge il target nemmeno nel 2011, ma fa meglio della media europea (-44,5%). Il nostro Paese si colloca al quattordicesimo posto nella lista dei paesi più virtuosi dell’UE a 27, con una riduzione del 45,6%. Meglio di noi, tra gli altri, Spagna (-62,7%), Irlanda (-54,7%) e Francia (-51,4%). Come noi il Regno Unito. Peggio di noi, invece, Austria (-45,4%), Germania (-42,6%) e Belgio (-41,1%). L’introduzione della patente a punti, l’inasprimento delle sanzioni, il tudor sulle autostrade, la diffusione della telematica sulle autovetture, sono tutti elementi che hanno portato più sicurezza; nell’ultimo decennio i sinistri sono diminuiti del 22%.

Proprio in merito ai sinistri, ruolo decisivo lo svolge la telematica. L’individuazione dell’incidente e il conseguente intervento dei soccorsi è infatti fondamentale per la riduzione dell’eventuale danno fisico. “La risposta del sistema – ci spiega Domenico Petrone, Presidente di Viasat Group – è considerata all’altezza se il mezzo di soccorso è presente sul luogo dell’evento, dal momento della richiesta di soccorso, entro 8 minuti nell’area urbana ed entro 20’ nell’area extraurbana, garantendo un intervento di soccorso qualificato, contribuendo così alla sensibile riduzione delle morti evitabili nonché degli esiti invalidanti”. E solo dotando l’autovettura di un dispositivo satellitare si possono ottenere questi risultati.

Il dispositivo, infatti, in caso di crash rileva automaticamente il sinistro anche se l’automobilista è rimasto ferito, inviando (tramite la Centrale operativa 24 ore su 24, 365 giorni l’anno) immediatamente i soccorsi. Questi strumenti oltre a svolgere la tradizionale funzione di antifurto e di antipanico, sono quindi in grado di salvare le vite. “E tra l’altro – conclude il Presidente Petrone – chi dota la propria autovettura di un dispositivo satellitare ha un forte sconto sulla Polizza Assicurativa. E’ bene che gli automobilisti italiani lo sappiano”.

Comments are closed.