Bologna, Legambiente: treno vince gara della mobilità sostenibile

Treno, macchina, autobus. Ecco la singolare classifica della mobilità sostenibile redatta dai circoli Legambiente A. Cederna e ImolaMedicina tra Imola e Bologna nell’ambito dello studio sul servizio pendolare. I volontari dell’associazione hanno sperimentato un viaggio casa-lavoro di 36 km utilizzando il treno, l’auto privata e l’autobus, con partenza dal centro di Imola e arrivo in piazza XX Settembre a Bologna, a pochi passi sia dalla stazione ferroviaria che dall’autostazione. I risultati non lasciano campo ad equivoci: il treno infatti ha percorso il tragitto in appena 30 minuti, con una velocità media di circa 68km/h, mentre l’auto ha impiegato il doppio del tempo. Fanalino di coda l’autobus che, soprattutto a causa delle molte fermate intermedie, ha impiegato circa un’ora e mezza per percorrere lo stesso tragitto, con una velocità media di appena 24 km/h, anche per la pressoché totale assenza di corsie preferenziali lungo il tragitto che potrebbero fare invece la differenza nel confronto con la mobilità privata.

Il mezzo pubblico si è inoltre rivelato più sostenibile dell’auto privata anche di materia di costi: 3,60€ sia per il treno che per l’autobus contro un costo stimato di circa 9€ per l’auto. Nettamente inferiori anche le emissioni di CO2, stimate in 2,21 Kg per passeggero per il treno, 2,4 Kg per l’autobus e 4 Kg per l’auto.

Legambiente ha inoltre realizzato un breve video-reportage per raccontare la gara tra Imola e Bologna, visibile sul sito www.terramagazine.it assieme alla mappa digitale con il censimento dei servizi ferroviari presenti in 46 stazioni da Ravenna verso Bologna, Ferrara e Firenze, e sulla Bologna Portomaggiore nell’ambito dello studio sulle condizioni del trasporto ferroviario.

I pendolari possono partecipare all’aggiornamento della mappa digitale, inviando le proprie segnalazioni agli indirizzi legambientemedicina@inwind.it e legambiente.lugo@alice.it

Comments are closed.