Casello A1 Ferentino chiuso da mesi, Codici lancia petizione per accelerare indagini

Il casello autostradale di Ferentino è chiuso da oltre due mesi per un’inchiesta della Magistratura, ancora in corso, che sta indagando su alcuni “presunti vizi costruttivi dell’opera”; vizi che riguarderebbero non il casello in se stesso, ma il cavalcavia che sovrasta l’A1. Intanto i disagi ai cittadini laziali sono enormi e ad oggi non ci sono ancora notizie sull’eventuale riapertura e sulle tempistiche. 

Perché i cittadini non sono stati informati sulle sorti del casello autostradale? Si chiede il Codici che sottolinea la gravità della situazione che coinvolge numerosissimi utenti che pagano regolarmente un servizio di cui non possono usufruire. “Assordante il silenzio del Ministro competente sulla questione – commenta Luigi Gabriele, Responsabile Rapporti Istituzionali Codici – l’Associazione non è riuscita  a reperire alcuna informazione dall’ente gestore Autostrade per l’Italia, che ha preferito mantenere  il massimo riserbo sulla vicenda”.

Codici, insieme ad altri partners ancora in via di delineazione, ha deciso di promuovere una petizione on line (a breve sul sito dell’Associazione) da indirizzare al Presidente della Repubblica per chiedere alla Magistratura di accelerare le indagini e permettere la riapertura del casello che, in questo stato, penalizza buona parte del centro Italia per l’assenza di connessione con l’Adriatico.

Comments are closed.