Codacons: non confermare Moretti alla guida delle FS

Il Codacons chiede di non confermare Mauro Moretti come amministratore delegato di Ferrovie dello Stato: troppi disagi durante gli anni trascorsi sotto la sua gestione, uniti all’aumento delle tariffe e a carenze sul fronte della manutenzione e della sicurezza, denuncia l’associazione.

In vista dell’assemblea del gruppo Fs del prossimo 25 luglio, il Codacons e l’Associazione Utenti del trasporto Aereo, Marittimo e Ferroviario hanno inviato un appello al Premier Enrico Letta e a tutti i parlamentari italiani, chiedendo di non rinnovare il mandato a Mauro Moretti. Alla lettera è allegato un dossier che, spiega il Codacons, “sottolinea la deludente gestione delle Ferrovie da parte dell’AD Moretti, e una serie di episodi in cui i diritti degli utenti e dei passeggeri sono stati gravemente lesi dal gruppo. Il dossier riporta ad esempio i casi del blocco del traffico ferroviario del  17-19 dicembre 2010 e del febbraio 2012, dovuti alla cattiva e inappropriata gestione del servizio da parte di Ferrovie dello Stato e all’incapacità di far fronte ad una situazione meteorologica largamente prevista con anticipo; l’aumento delle tariffe dei biglietti ferroviari pur in assenza di un reale miglioramento del servizio; la soppressione di numerosi collegamenti specie notturni; pesanti carenze sul fronte della manutenzione e della sicurezza, al punto che secondo l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie la scarsa manutenzione nel settore ferroviario è concausa del 39% degli incidenti che si verificano sui binari italiani”. A questo si aggiunge la questione della concorrenza, ancora irrisolta.

Le due associazioni, fanno sapere in una nota, “hanno formalmente chiesto al Presidente del Consiglio Enrico Letta, al Presidente designato dell’Autorità dei Trasporti Andrea Camanzi, e a tutti i parlamentari di non confermare Moretti alla guida delle Fs durante la riunione del prossimo 25 luglio”.

Comments are closed.