Contratto di servizio Roma-ATAC, Assoutenti chiede incontro al sindaco Marino

Assoutenti ha chiesto formalmente al Sindaco di Roma Ignazio Marino di essere ascoltata prima che venga approvato il contratto di servizio tra Roma Capitale e ATAC, l’agenzia del trasporto pubblico della città. L’associazione ha inviato al primo cittadino una lettera nella quale chiede un’udienza preliminare, sollecitando il coinvolgimento degli utenti.

“Da precedenti Suoi incontri, Signor Sindaco, abbiamo colto nella Amministrazione la volontà di ottenere la massima partecipazione delle rappresentanze della società civile nelle scelte da prendere in materie anche molto difficili e delicate – si legge nella lettera – Mobilità e relative infrastrutture da offrire ai cittadini, soprattutto in questo periodo di scarsezza  di risorse, sono sicuramente tra le decisioni più ardue dell’Amministrazione perché incidono significativamente ed economicamente sulla qualità della vita di tutti”.

L’associazione chiede di poter esprimere il parere  dei propri esperti sui contenuti del contratto di servizio fra Roma Capitale e ATAC: “Purtroppo di tale documento, o proposta di documento, questa associazione non riesce ad avere conoscenza – scrive Assoutenti – e questo impedisce di fatto quella partecipazione e collaborazione che viene auspicata e dichiarata pubblicamente ma per la quale non vengono posti in essere i presupposti conoscitivi. Peraltro un tale argomento dovrebbe sollecitare una riflessione comune sul cosa ne è stato del tavolo di concertazione con la Regione e con il Piano Regionale, per il TPL, recentissimamente approvato in Regione Lazio”.

Comments are closed.