Guida accompagnata per minori, al via dal 22 aprile 2012

Dal 22 aprile 2012 i minori 17enni potranno guidare accompagnati. Entrerà, infatti, in vigore il decreto del ministro dei Trasporti che autorizza la “guida accompagnata” per i 17enni che hanno già la patente di guida per la moto.

Lo fa sapere Adiconsum che precisa le modalità del regolamento che permette ai minori di esercitarsi alla guida di autoveicoli, per prepararsi a sostenere, compiuti i 18 anni, l’esame di pratica per la patente B.

E’ necessario seguire un corso di formazione propedeutico alla guida accompagnata, presso un’autoscuola, con una durata di almeno 10 ore effettive di guida, al termine delle quali viene rilasciato l’attestato di frequenza. L’istanza per richiedere l’autorizzazione alla guida accompagnata deve essere presentata ad un Ufficio della motorizzazione, firmata dal genitore o dal legale rappresentante il minore, ed anche dallo stesso minore.
A questa istanza devono essere allegati:
  • un’attestazione su conto corrente n. 4028 (per le imposte di bollo sull’istanza e sull’autorizzazione alla guida accompagnata);
  • un’attestazione di versamento su conto corrente n. 9001;
  • una certificazione attestante la sussistenza dei requisiti psico-fisici;
  • una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà comprovante la qualità di genitore, ovvero di legale, con relativa documento di identità del dichiarante.
I soggetti designati come accompagnatori autorizzati alla guida accompagnata devono avere meno di 60 anni ed essere in possesso, da almeno 10 anni, della patente categoria B o superiore rilasciata dallo Stato italiano o da un altro Stato comunitario o appartenente allo Spazio economico europeo da almeno 5 anni.
Nelle esercitazioni di guida accompagnata:
  • il minore  deve avere con sé l’autorizzazione e la patente di cui è titolare;
  • l’accompagnatore deve avere con sé la patente di guida prescritta;
  • gli autoveicoli devono essere muniti, nella parte anteriore e superiore, di un contrassegno recante le lettere alfabetiche maiuscole “GA”, di colore nero su fondo giallo retroriflettente. Tale contrassegno deve essere applicato in posizione verticale o subverticale in modo ben visibile e tale da non ostacolare la necessaria visibilità dal posto di guida e da quello occupato dall’accompagnatore.

Comments are closed.