Mancanza di assistenza sanitaria a bordo, Adoc chiede spiegazioni

Servizi marittimi ancora sotto accusa. A finire sotto la lente dell’Adoc una compagnia di navigazione che copre le rotte con la Sardegna. Oggetto della segnalazione, giunta sul tavolo dell’Ordine dei Medici, della Compagnia e del Ministero dei Trasporti, la mancanza di assistenza sanitaria. Mentre era a bordo, infatti, un passeggero, invalido civile, si è sentito male. Il servizio medico di emergenza, presente a bordo, viene avvisato dell’emergenza ma poi stacca la comunicazione.“Non abbiamo ricevuto alcuna assistenza. Fortunatamente non è accaduto nulla. Ma avrebbe potuto essere un guaio”,  ha raccontato Susanna Schimperna, giornalista e scrittrice, che viaggiava in compagnia della persona che necessitava di cure. In quell’occasione tutto si concluse nel migliore dei modi perchè l’equipaggio della nave si mise a disposizione sia durante che dopo l’emergenza ma – fa notare Carlo Pileri, presidente Adoc – “riteniamo che sulla flotta marittima civile si debba cominciare un discorso di attenzione e per questo chiediamo un incontro con le associazioni di rappresentanza dei traghetti. Non possiamo lasciare che muoia un settore strategico per disattenzione. Oltretutto a pagare sono i consumatori che tuteleremo in ogni sede.”

 

Comments are closed.