Milano, La Casa del Consumatore lancia petizione contro le nuove strisce blu

La Casa del Consumatore lancia una petizione popolare contro il decreto del Comune di Milano che prevede l’attivazione di parcheggi a pagamento nelle aree adiacenti alle fermata della metropolitana M3 Comasina e Affori FN. La nuova regolamentazione del Comune di Milano ha trasformato i parcheggi non a pagamento che già esistevano in queste aree, in soste a pagamento con strisce blu, indicate da apposita segnaletica.

Il Comune ha previsto agevolazione solo per i residenti, i lavoratori turnisti e gli operatori locali sempre residenti (che potranno sostare gratuitamente). Mentre per i non residenti, anche lavoratori della zona, la sosta costerà 80 centesimi all’ora, dalle 8.00 alle 13.00, dal lunedì al venerdì. Secondo La Casa del Consumatore questa “scelta è discriminatoria nei confronti dei non residenti, titolari di attività produttive commerciali e professionali e dei lavoratori di società con sede nella zona, che vanno a lavorare con il proprio mezzo anche per esigenze lavorative, e saranno costretti a subire un ennesimo provvedimento volto a decurtare il già misero stipendio, soprattutto in questo periodo di crisi”.

Al fine di eliminare ogni discriminazione ed osservare la corretta applicazione dell’art. 7, comma 8, del Codice della Strada (secondo cui se il Comune installa dispositivi di controllo di durata della sosta, deve riservare parte della stessa area o altra parte nelle immediate vicinanze a parcheggio libero gratuito), la Casa del Consumatore ha deciso di lanciare la petizione popolare per la revisione del “Piano Strisce blu”. Per aderire all’iniziativa basta scaricare il modulo della petizione, disponibile sul sito dell’Associazione, o su Diritto semplice, stamparlo, compilarlo, firmarlo in tutte le sue parti e inviarlo alla Casa del Consumatore via mail a info@casadelconsumatore.it, via fax. al n. 02/76.39.24.50, oppure tramite posta all’indirizzo La Casa del Consumatore – Via Bobbio, 6 – 20144 Milano. L’Associazione si occuperà di depositare presso il Comune di Milano le petizioni sottoscritte e aggiornerà gli aderenti sull’evolversi dell’iniziativa.

 

 

Comments are closed.