Noleggio con conducente, categoria in protesta: chiede al Governo liberalizzazione del settore

Rimuovere i vincoli alla libera concorrenza di mercato nel trasporto pubblico a mezzo di autonoleggio con conducente. E’ questa la richiesta che fanno al Governo le organizzazioni sindacali del settore dell’autonoleggio con conducente (NCC) – FEDERNOLEGGIO Confesercenti, FAI Conftrasporto Confcommercio ed ANITraV. Le organizzazioni chiedono di ristabilire la legalità costituzionale ed europea,  liberalizzando il comparto NCC, a cominciare dall’abrogazione delle norme incostituzionali ed antitrattato UE previste nel comma 29 1-quater e andando verso l’assimilazione normativa al noleggio con  autobus (legge 218/2003). 

“Il Presidente del Consiglio ha più volte affermato che occorre rimuovere gli ostacoli strutturali alla crescita, affrontando resistenze e chiusure corporative – si legge in una nota congiunta – E ciò nell’ambito di un disegno organico volto, tra l’altro, a stimolare la concorrenza e così ad accrescere la qualità dei servizi pubblici. Per manifestare le nostre richieste a tutela delle oltre 20.000 autorizzazioni a rischio, con gravi ripercussioni sull’economia e sull’occupazione, la categoria dichiara lo stato di agitazione del comparto preannunciando iniziative nazionali e locali che verranno rese note nei prossimi giorni”.

Comments are closed.