Roma, Adoc: migliorare viabilità delle vie consolari

A Roma è fondamentale intervenire sulla mobilità e in particolare sul miglioramento delle vie consolari. Dopo aver suggerito la pedonalizzazione e la valorizzazione dell’intero centro storico, l’Adoc punta i riflettori sulla condizione delle arterie stradali della Capitale. “Ad oggi la maggior parte delle criticità del trasporto urbano romano sono concentrate sulle principali arterie che permettono l’entrata e l’uscita dalla Capitale – dichiara Lamberto Santini, presidente dell’Adoc -quasi ad ogni ora del giorno sono estremamente trafficate, ritardando gli spostamenti di romani e non. Non crediamo che la pedonalizzazione dei Fori Imperiali abbia risolto la drammatica e penalizzante situazione della viabilità romana, che si potrà risolvere solo mettendo mano sulle vie consolari. Marino deve puntare sul recupero del trasporto urbano, è vitale per il rilancio e lo sviluppo della Capitale”.

E per quanto riguarda la pedonalizzazione, “come Adoc – continua l’associazione – riteniamo che ai cittadini occorra restituire il centro storico, dove oggi regna il caos, pedonalizzandolo e rivalutandolo. Camminare al centro, soprattutto in prossimità del Pantheon e di Montecitorio, è un’impresa al limite dell’impossibile. Questa è l’unica vera pedonalizzazione che i cittadini vogliono, che renderebbe il centro di nuovo godibile e fruibile, rivitalizzandolo anche a favore di turismo e commercio”.

Comments are closed.