Roma: Codacons invia esposto su raduno Harley Davidson

Il Codacons ha inviato questa mattina un esposto alla Procura della Repubblica di Roma in merito al caso del raduno organizzato in questi giorni nella capitale in occasione del 110° anniversario della Harley Davidson. Sotto accusa ci sono i disagi causati alla città, in concomitanza con altre manifestazioni. Come si legge nel testo dell’esposto, quella che doveva essere una festa gioiosa si è tradotta in un evento di mero marketing che ha creato danni evidenti alla città e ai residenti, infatti il transito di migliaia di motociclisti ha generato non solo un forte impatto ambientale ed acustico nel centro storico della città, ma una serie di disagi causati dalla chiusura di strade, deviazioni di autobus, con la viabilità in tilt, e residenti prigionieri nei propri quartieri. E’ di tutta evidenza come, nella fattispecie, la collettività abbia subito i danni maggiori impedita nel  poter svolgere le proprie attività in modo libero, ordinato e sicuro”. L’associazione chiede di fare chiarezza sulla vicenda perché “accertati i fatti e le eventuali responsabilità si potrebbero configurare diverse fattispecie penalmente rilevanti per i reati di cui  Art. 340 Interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità”.

3 Commenti a “Roma: Codacons invia esposto su raduno Harley Davidson”

  1. Massimo Fontanelli ha detto:

    stò cercando di capire……
    ho partecipato al raduno harley, ma frequento spesso Roma per lavoro…. venerdi il traffico era congestionato ( come mille altre volte ) non tanto a causa della grande concentrazione di motociclisti ma bensì a causa dell’ennesimo sciopero dei mezzi pubblici ( dove stava il Sig, Rienzi venerdì? )…. Giovedì e venerdì nessuna strada era stata chiusa al traffico, ne tanto meno linee deviate o soppresse…. domenica c’è stata la parata gestita, a mio parere, in maniera egregia da parte della polizia municipale…. il flusso delle moto è stato suddiviso in 4 colonne a distanza di 15 minuti l’una dall’altra e durante il passaggio il traffico è stato bloccato per non piu’ di 10 minuti ( verificabile dai numerosi filmati in rete )… nelle cronache non ci sono traccie di scorribande di gang motociclistiche o di una città messa a ferro e fuoco, cittadini in ostaggio nei propri quartieri, rapine, furti o violenze….. per contro abbiamo avuto l’ennesima conferma di una città meravigliosa, persone cordiali simpatiche, vigili pazienti e disponibili, commercianti, ristoratori, albergatori entusiasti della manifestazione, migliaia di cittadini e turisti che applaudivano e salutavano ai lati della strada, migliaia di motociclisti, se vogliamo chiassosi, che si porteranno dietro un bellissimo ricordo dell’ospitalità e della simpatia romana.
    Si prepari Sig. Rienzi …. per il prossimo fine settimana sono previste a Roma le ennesime manifestazioni sindacali (Fiom Cgil ) che porteranno al blocco totale del centro con chiusura delle stazioni della metropolitana , deviazioni o soppressione delle linee C3, H, 3, 5, 8, 14, 16, 40, 53, 60, 60L, 64, 70, 71, 75, 81, 82, 85, 87, 92, 105, 170, 175, 186, 218, 360, 590, 649, 650, 665, 673, 714, 810, 910 e lo sgombero di tutti i veicoli in sosta, motocicli e quant’altro, in piazza della Repubblica (compreso parcheggio taxi) e in piazza di Porta san Giovanni….. E questo è solo uno degli eventi previsti…. si prepari le dicevo… si armi di tanta pazienza e di tanta camomilla.. sarà un duro fine settimana per Lei…. e vediamo cosa avrà da dire Lunedì.
    In ultimo riprendo il il mio ” stò cercando di capire… ”
    Stò cercando di capire se il Sig. Rienzi se Lei stà cercando di giustificare la sua presenza, visto che non vedo mai articoli o esposti contro Banche, Assicurazioni, Fisco, Equitlia ecc… o ha una così alta considerazione di se da permettersi di consigliare e addirittura criticare il Pontefice….. Mi illumini per cortesia.

  2. Luca ha detto:

    Mi pare proprio come al solito vi sia sempre tendenza ad ingigantire problemi veramente minimi , le moto Harley erano tutte concentrate nella zona circoscritta del Lido di Ostia , certamente il traffico in generale nella Capitale ne avra’ risentito …. ma da questo a definire i cittadini romani “prigionieri nei loro quartieri” durante lo svolgimento del raduno e’ a dir poco esagerato.
    Ne vogliamo parlare delle manifestazioni a sfondo politico o sociale che spesso degenerano in atti di violenza e teppismo ?

  3. costante ha detto:

    Pur non essendo omofobi, abbiamo registrato largamente che il bellissimo raduno HD ha creato meno disagi dell’ostentazione spesso esagerata del Gay-pride