Roma-Milano, finisce il monopolio Alitalia-CAI

Alla fine Alitalia-CAI ha ceduto e ha deciso di rilasciare otto slot sullo scalo di Milano Linate, suddivisi tra la fascia del mattino e quella della sera. Secondo l’Antitrust l’entità della misura adottata dalla società è idonea a consentire l’effettiva rimozione della posizione di monopolio detenuta sulla rotta Roma-Milano Linate. Nexia International sarà incaricata di effettuare la procedura di valutazione delle richieste di slot da parte degli altri vettori e di assegnazione degli slot. A tal fine, la società provvederà a raccogliere le diverse richieste dei vettori, le quali dovranno contenere l’impegno ad operare sulla rotta Milano Linate-Roma per almeno sei stagioni IATA consecutive a partire dalla stagione Winter 2012/2013 e ad individuare entro il 28 ottobre 2012 il/i vettore/i più idoneo/i a costituire il più efficace ed efficiente vincolo competitivo sui servizi di trasporto aereo sulla rotta interessata.

Al momento sono cinque le società che hanno presentato richiesta ufficiale per l’assegnazione degli slot lasciati liberi da Alitalia: EasyJet, Blue Panorama, Meridiana, Vueling e AirDolomiti.

L’Autorità ha, infine, preso atto che Alitalia ha inteso indicare lo specifico orario degli slot da rilasciare. Al riguardo, l’Autorità ha ritenuto che il monitoring trustee, qualora nel corso della procedura di valutazione delle richieste non dovesse trovare una compagnia in grado di fare effettiva concorrenza alla stessa Alitalia sulla base degli orari proposti da quest’ultima, individui, in base a tutti gli elementi a propria disposizione e sentita l’Autorità, gli orari degli slot da rilasciarsi, idonei a garantire lo sviluppo di un effettivo vincolo concorrenziale. Nexia International dovrà informare periodicamente l’Autorità dello stato di avanzamento della procedura.

Alitalia aveva presentato ricorso avverso la decisione dell’Antitrust che ad aprile scorso aveva individuato una condizione di monopolio sulla rotta a favore di Alitalia-CAI. Il Tar Lazio aveva, però, confermato la sentenza dell’Autorità.

Comments are closed.