Sicurezza ferroviaria, rinnovata convenzione fra FS e Ministero Interno

È stata rinnovata la convenzione fra Ferrovie dello Stato e Ministero dell’Interno per la sicurezza ferroviaria. L’obiettivo dell’accordo, in vigore dal 2007, è di garantire una maggiore sicurezza sui treni e nelle stazioni. Dal 2007 a oggi i furti a bordo treno si sono ridotti del 50% mentre quelli in stazione sono passati, afferma FS, da 5600 a poco più di 2 mila. Saranno potenziati i controlli della Polfer nelle stazioni, a bordo dei treni regionali e in quelli a lunga percorrenza.

La nuova convenzione è stata firmata oggi al Viminale dal Capo della Polizia, Prefetto Antonio Manganelli e dall’Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato Italiane, Mauro Moretti. “La Polizia di Stato ed il Gruppo FS Italiane danno così un’ulteriore impulso per intensificare le azioni di prevenzione e di controllo in ambito ferroviario contro la microcriminalità”, spiega Ferrovie dello Stato.

L’intesa, che riprende in generale i principi della convenzione precedente, “punta ad una maggiore visibilità degli operatori della Polizia Ferroviaria, stimolandone un impiego dinamico ed operativo sui treni e nelle stazioni, con un sicuro ritorno da un punto di vista di percezione della sicurezza”. Una delle maggiori novità, spiega ancora l’azienda, è “il maggior impulso all’attività di scorta treno, in particolare nelle fasce orarie mattutine e serali, tutelando, in tal modo, soprattutto l’utenza ferroviaria durante le ore del pendolarismo e garantendo più visibilità e sicurezza sui treni più frequentemente utilizzati”. Viene inoltre prevista una presenza più costante del personale della Polizia Ferroviaria specialmente nei grandi impianti ferroviari.

 

Comments are closed.