Taxi a Roma, il Campidoglio approva le nuove tariffe

Arrivano le nuove tariffe dei taxi a Roma. La Giunta capitolina ha infatti approvato la delibera sul nuovo sistema tariffario del servizio taxi e l’ha dichiarata immediatamente eseguibile. Il nuovo piano tariffario prevede una quota fissa di partenza pari a 3 euro nei giorni feriali (dalle 6 alle 22), a 4,50 euro nei giorni festivi (dalle 6 alle 22) e a 6,50 euro nell’orario notturno (dalle 22 alle 6). Secondo stime fatte nei giorni scorsi, le corse dei taxi aumenteranno di circa il 15%.

La delibera è stata approvata ieri su proposta dell’assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma. Come si legge in una nota del Campidoglio, le tariffe (predisposte dalla Commissione tecnica e sottoposte al vaglio della Commissione consultiva) si basano su questi criteri: “tariffa tassametrica unica progressiva valida in tutto il territorio comunale, a base multipla in funzione del chilometraggio percorso e del tempo di espletamento del singolo servizio; tariffe non superiori all’indice annuo di inflazione Istat di settore; riduzione tariffaria per le donne sole che usufruiscono del servizio notturno, nonché per le corse dirette verso gli ospedali e per i giovani in uscita dalle discoteche venerdì e sabato sera, previa idonea convenzione con i gestori dei pubblici locali”.

Oltre alla quota fissa di partenza, che varia appunto da 3 euro a 6,50 euro, la tariffa oraria euro/h scatta a tempo, è applicabile per velocità inferiore ai 20 km/h ed è pari a 27 euro. La tariffa tassametrica unica progressiva va da 1,10 euro/km a 1,30 km/h fino 1,60 euro/km per velocità superiore a 20 km/h. Come spiega il Campidoglio, “la prima progressione tassametrica (T1-T2) si determina quando al valore fisso iniziale indicato dal tassametro si cumulano ulteriori € 11,00; da questo momento scatta la seconda progressione tariffaria (T2= € 1,30) fino al cumulo di ulteriori € 13,00; da tale momento scatta la terza progressione tariffaria (T3= €1,60) sino al termine del percorso”.

Le tariffe agevolate prevedono uno sconto del 10% per le corse dirette verso gli ospedali romani, le donne sole che viaggiano nelle ore notturne, i giovani in uscita dalle discoteche il venerdì e il sabato (ma serve una convenzione con i gestori dei locali). La ricevuta automatica non è ancora immediata: “è stato dato mandato a Roma Servizi per la Mobilità – informa il Campidoglio – di procedere ad un avviso per individuare la fornitura della strumentazione necessaria al rilascio della ricevuta automatica”.

Le nuove tariffe dei taxi arrivano contemporaneamente all’aumento dei biglietti del trasporto pubblico locale.

Comments are closed.