Tpl ligure, Pendolari in attesa di testare ‘il piano fantasma’ di Burlando

L’hanno già ribattezzato il ‘piano fantasma’. Il via libera, da parte del presidente della regione Liguria Burlando, di un piano per velocizzare alcuni treni regionali non piace del tutto al Forum del Tpl che la settimana scorsa ha manifestato per chiedere maggiori investimenti. Durante quell’incontro l’assessore Vesco aveva detto che ”non c’e’ alcuna volonta’ da parte della Regione Liguria di voler ridurre il trasporto pubblico, anzi siamo i primi a volerlo difendere. Lo abbiamo fatto nei confronti del Governo quando abbiamo chiesto con forza che venisse ripristinato il fondo per il Tpl che, anche se in misura inferiore rispetto alle risorse del 2010, ci consente di garantire lo stesso livello di servizio del 2011”.Mentre restano in attesa di poter verificare ‘dal vivo’ i benefici del Piano, i Pendolari approfittano per chiarire che “le revisioni significative di orario si attuano con forme di consultazione preventiva dando alle associazioni il tempo necessario ad una effettiva e ponderata valutazione. In Lombardia, ad esempio, dove il quadro è oltrettutto molto più complicato, le consultazioni partono 3-4 mesi prima del cambio orario lasciando in questo modo tempo di confronto sul territorio e possibilità concrete di modifiche a quanto proposto dall’impresa ferroviaria o dalla  Regione”.

Comments are closed.