Tpl, Pendolari liguri: nessun taglio al trasporto su ferro in favore di quello su gomma

“Per salvare Amt non si può tagliare un servizio ferroviario già carente”. Così le associazioni genovesi che si battono a favore dei pendolari criticano la scelta del Presidente della Liguria Burlando di recuperare le risorse necessarie a coprire il disavanzo dell’azienda di mobilità tagliano i fondi destinati al trasporto su ferro.“E’ privo di  senso intervenire per salvare un trasporto pubblico essenziale – quello su gomma – danneggiando un trasporto pubblico altrettanto essenziale, quello su ferro, tagliando risorse e conseguentemente prevedendo nuove cancellazioni di treni! Tanto più che il trasporto ferroviario non è solo necessario per la mobilità della regione, ma anche per la stessa area urbana genovese: un trasporto pubblico efficiente si basa proprio su una pianificata integrazione, non sulla loro contrapposizione” si legge nella nota congiunta di WWF, Movimento Difesa del Cittadino, Pendolari del Ponente, Legambiente Liguria e Coordinamento Pendolari Liguri.

“Il trasporto ferroviario regionale è un settore in piena emergenza. I cittadini liguri scontano già ora le tariffe ferroviarie più care d’Italia in cambio di un servizio mediocre, con un piano d’esercizio (mobilità veloce, capillarità oraria e copertura territoriale) deficitario, investimenti risibili e materiale rotabile inadeguato. Ulteriori tagli sarebbero la morte certa del trasporto ferroviario ligure”.

Comments are closed.