Trasporti, Adiconsum: dopo regolamento UE è il momento dell’Authority

È vero –  che oggi l’Unione Europea è il primo spazio integrato al mondo nel quale sono garantiti i diritti dei passeggeri, tutelati per qualsiasi mezzo di trasporto scelgano (aereo, ferroviario, marittimo o in autobus), ma è anche necessario concludere l‘iter di istituzione della competente Authority del Trasporti“. Così Pietro Giordano, segretario nazionale Adiconsum, commenta l’entrata in vigore del regolamento 181/2011 che introduce diritti anche per i passeggeri di autobus, imponendo una serie di obblighi alle società di trasporto e ai gestori delle stazioni che avranno più responsabilità nei confronti dei passeggeri.

L’entrata in vigore del Regolamento – prosegue Giordano  – è l’occasione per garantire diritti ai consumatori, ma anche per realizzare un servizio di qualità: attuazione di un piano di trasporti integrati ed efficienti; sviluppo del settore trasporto con investimenti adeguati; messa a punto di un piano informativo e di un sistema di gestione reclami e conciliazioni per risolvere bonariamente eventuali contenziosi valido per tutti i diversi mezzi di trasporto.

Adiconsum coglie l’occasione anche per chiedere un incontro con il Ministero per discutere sulle priorità di intervento in materia di trasporti e sui tempi per l’istituzione dell’Autorità di regolazione dei Trasporti, già prevista per legge.

Comments are closed.