Trasporti, Asso-Consum: la Tav non è la priorità

 “La Tav è un investimento importante ma prima di pensare all’alta velocità Torino-Lione, che riguarda essenzialmente le merci, bisognerebbe preoccuparsi di come viaggiano i passeggeri sui convogli nazionali. Considerando che i costi dei biglietti sono alti, che i pendolari sono la maggioranza degli utilizzatori abituali dei treni e che stiamo attraversando un periodo di crisi, la priorità dovrebbe essere quella di garantire ai cittadini un servizio efficiente e in cui le persone non siano trattate come animali. Poi si potrà pensare alla Tav”. La denuncia giunge da Asso-Consum e fa riferimento ai tagli messi in atto da Ferrovie dello Stato che proprio di recente ha eliminato molti tragitti diretti con i treni notte, costringendo così migliaia di pendolari a scali obbligatori a Bologna o a Roma.

“Occorre poi puntualizzare che in merito al costo totale dell’opera non ci sono ancora informazioni definitive. Ciò che è certo è che la tratta transfrontaliera costerà 8,5 miliardi di Euro, a cui l’Italia contribuirà con una quota di 2,7 miliardi. A questi si aggiungono i 143 milioni (l’Italia ne pagherà 35) del tunnel esplorativo di Chiomonte. Per il resto, non si conoscono ancora i costi dei collegamenti nazionali: per le opere la cui realizzazione è prevista entro il 2030 si ipotizza che si debbano aggiungere altri 9 miliardi, di cui 4 a carico dell’Italia” si legge nella nota diffusa dall’Associazione che coglie l’occasione per esprimere la propria soddisfazione per la neo-nata    Autorità dei Trasporti.

Intanto sembra in dirittura d’arrivo, Italo, il treno di Ntv che dovrebbe fare la sua apparizione sui binari subito dopo Pasqua garantendo ai consumatori maggiore concorrenza, seppur solo sulle tratte  dell’alta velocità. Ntv ha, infatti, pubblicato sul proprio sito internet gli orari completi del servizio a regime, quando tutti i 25 treni della flotta saranno operativi e copriranno le linee Torino-Salerno e Venezia-Napoli. Il servizio iniziale, precisa la società, riguarderà la parziale attivazione della dorsale Milano Napoli. Presto inoltre, si legge sul sito, verranno pubblicati anche i prezzi, la data di apertura delle vendite, e l’attivazione del servizio iniziale che riguarderà la Napoli-Milano.

Un commento a “Trasporti, Asso-Consum: la Tav non è la priorità”

  1. Alex ha detto:

    Le posizioni contro la TAV sono legittime ma prendere a pretesto l’attuale condizione di trasporto delle persone è strumentale e poco coerente. Le condizioni di viaggio dei pendolari sono decisamente intollerabili ma ancor peggio sono le condizioni degli automobilisti che viaggiano su strade intasate dai TIR. Abbiamo sempre detto che le merci debbono viaggiare su rotaia, non possiamo cambiare idea ad ogni occasione.