Trasporti, Della Seta (Pd) boccia il piano aeroporti: speculazione edilizia

L’obiettivo del piano è di “foraggiare la speculazione edilizia” attraverso il raddoppio dell’aeroporto di Malpensa e l’ampliamento di quello di Fiumicino. L’atto di indirizzo del piano per lo sviluppo degli aeroporti presentato ieri dal Ministro Corrado Passera viene stroncato da Roberto della Seta, senatore Pd e capogruppo in Commissione Ambiente, che commenta: “Da Malpensa a Fiumicino, dietro il Piano Aeroporti presentato dal ministro Passera si nasconde un obiettivo che con l’efficienza del trasporto aereo c’entra zero: consentire da una parte alla Sea e dall’altra al gruppo Benetton azionista di Aeroporti di Roma di cementificare centinaia di ettari di territorio”.

Sotto accusa ci sono soprattutto i piani di ampliamento di Malpensa e Fiumicino. Prosegue Della Seta: “Nel caso di Malpensa il progettato raddoppio dell’aeroporto con annessa realizzazione di una terza pista, che cancellerebbe una bella fetta del Parco del Ticino, è una totale follia economica per uno scalo già largamente sovradimensionato rispetto al movimento di voli e di passeggeri. Una follia che peraltro verrà pagata dagli utenti anche se i cantieri non partiranno mai, visto che l’aumento delle tariffe aeroportuali viene giustificato con questi fantomatici investimenti. Quanto a Fiumicino, qui l’inganno è ancora più evidente: l’aeroporto romano occupa un’area pari a quella di scali europei ben più importanti, da Heatrow a Parigi, ma Aeroporti di Roma vuole raddoppiarla per ‘valorizzare’, cioè cementificare, qualche centinaia di ettari di suolo agricolo del litorale romano proprietà, guarda caso, dello stesso gruppo Benetton che controlla attraverso Gemina il pacchetto di maggioranza di Aeroporti di Roma. L’auspicio è che il futuro governo faccia piazza pulita di queste logiche, e finalmente metta in campo una strategia seria per rendere più moderna ed efficiente la nostra rete aeroportuale”.

Comments are closed.