Trasporti, Federconsumatori: in un anno aumenti di 512 euro

Nel nostro Paese il costo dei trasporti continua ad aumentare senza che ci sia un miglioramento della qualità. Federconsumatori stima rincari annui di circa 260 euro per il diritto alla mobilità degli italiani, cui si aggiungono oltre 250 euro per i carburanti: in totale sulle tasche dei cittadini pesano 512 euro in più in un solo anno. Purtroppo i costi di questo settore determinano anche forti ricadute sui prezzi dei beni trasportati con ripercussione sull’inflazione e quindi sul potere di acquisto delle famiglie.

I treni, ad esempio, sono aumentati di 81 euro in un anno, andando a toccare soprattutto i pendolari che non hanno ricevuto in cambio neanche il minimo miglioramento del servizio. L’Rc auto, secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori è aumentata di 78 euro, e le tariffe autostradali hanno subito un rincaro del 3% (53 euro). Per non parlare del trasporto pubblico locale che è aumentato del 28-30%. Le rivendicazioni di Federconsumatori dunque si fanni sempre più pressanti: è necessaria una diversa politica economica, un maggiore controllo su tariffe autostradali e dell’Rc auto ed una riduzione delle varie tassazioni a partire proprio dai carburanti.

Sul fronte Rc auto va precisato che confrontando online le diverse polizze è possibile risparmiare fino a 500 euro. Uno dei comparatori di polizze Rc auto è  www.chiarezza.it, secondo cui richiedendo diversi preventivi, la forbice tra il primo e l’ultimo può arrivare anche fino a 500 euro. Ogni mese sono oltre 500.000 gli automobilisti italiani che confrontano sul web i preventivi di compagnie assicurative prima di procedere con la stipulazione di una polizza RC auto. Si tratta di un dato promettente: questo, infatti, significa che i consumatori, in misura sempre maggiore, scelgono di modificare i propri comportamenti adottando un approccio diretto al mondo delle assicurazioni. Di fatto, oggi chiunque può ottenere forti risparmi semplicemente confrontando preventivi online attraverso comparatori come www.chiarezza.it.

 

Comments are closed.