Trasporti, Roma: Atac potrebbe tagliare le corse del 45% in estate

Il trasporto pubblico di Roma è da tempo una nota dolente per la città. E oggi arriva la notizia che per i mesi di luglio e agosto è possibile che vengano ridotte del 45% le corse di bus e metro da parte dell’Atac, lasciando così la Capitale senza un trasporto pubblico adeguato.

Per Adoc è un fatto intollerabile: l’associazione chiede dunque, in caso di riduzione delle corse, la riduzione del 50% dei prezzi di biglietti e abbonamenti per i mesi estivi. “Se Atac dimezza le corse, dimezzi anche i prezzi di biglietti e abbonamenti – dichiara Lamberto Santini, presidente dell’Adoc – i cittadini e i turisti non possono pagare il prezzo intero per un servizio a metà, soprattutto nel periodo estivo. Qualora avvenisse il taglio ipotizzato sarebbe un fatto intollerabile e gravissimo, si abbandonerebbe la città e si arrecherebbe un danno enorme, sia economico che sociale, alla popolazione, soprattutto i soggetti più deboli come anziani e under 18, che dipendono dal trasporto pubblico e che sarebbero costretti ad affrontare temperature torride senza l’assicurazione del servizio. Sarebbe un danno anche per tutti coloro che, col portafoglio vuoto, non potranno andare in vacanza e rimarranno in città, a questo punto come “prigionieri”. Già oggi l’offerta di Atac è deficitaria, con bus e metro a singhiozzo e con la maggior parte delle vetture e dei vagoni senza aria condizionata. Tagliare della metà le corse sarebbe inaudito”.

Comments are closed.