Trasporto locale e ferroviario, gli emendamenti di Assoutenti alla Legge di Stabilità

Assoutenti, impegnata in prima linea nella tutela dei diritti dei pendolari del trasporto pubblico locale, ha inviato al Parlamento una serie di emendamenti a vari commi dell’articolo 2 della Legge di Stabilità 2013 laddove si parla di trasporto ferroviario e locale. Diversi gli obiettivi degli emendamenti. Se quello proposto al comma 3 ha l’obiettivo di garantire che la contrazione dei servizi ferroviari già in atto, e quella che potrebbe intervenire in seguito alla rimodulazione effettuata dalle Regioni ai sensi dei commi successivi, eviti il determinarsi di un irreversibile degrado di ampie tratte della infrastruttura ferroviaria, altri emendamenti hanno l’obiettivo di evitare che servizi ferroviari operanti anche di poco al di sotto del richiesto rapporto tra ricavi da traffico e costi operativi vengano tagliati anche in presenza di altri servizi, operanti nel territorio regionale, che superano il rapporto in misura sufficientemente compensativa da coprire la differenza.  

Allo stesso tempo, Assoutenti ha proposto di ampliare la concorrenza nel settore ferroviario e delle autolinee con la partecipazione di imprese di trasporto che possano contare su una sempre maggiore economicità ed efficienza operativa e di rendere sempre meno autoreferenziali le attività di monitoraggio e controllo dell’osservanza dei contratti di servizio.

Comments are closed.