Treni bloccati per neve, accordo con Trenitalia: risarcimenti per 150 euro a passeggero

Risarcimenti di 150 euro a passeggero più il rimborso del prezzo del biglietto: è quanto riceveranno i cittadini rimasti bloccati per oltre 10 ore su alcuni treni intrappolati nella neve lo scorso 1° febbraio. Come annunciano oggi Federconsumatori e Adusbef, “è stato raggiunto l’accordo tra Trenitalia e le Associazioni dei Consumatori per il risarcimento ai passeggeri dei treni (IC 615, FB 9823, FB 9829) che il 1 febbraio sono rimasti bloccati per oltre 10 ore a causa del forte maltempo e della neve. I passeggeri percepiranno un risarcimento di 150 euro più il rimborso del biglietto”.

Si ricorderà che l’Intercity 615 Bologna-Taranto rimase bloccato per ore nelle campagne tra Cesena e Forlì, a causa di un guasto provocato dalla neve. Dopo il fallimento di alcuni tentativi di soccorso da parte Trenitalia, si rese necessario l’intervento della Protezione Civile e Vigili del Fuoco per dare assistenza ai viaggiatori e collaborare con i tecnici di RFI per ripristinare le condizioni di percorribilità dell’infrastruttura.

L’accordo raggiunto viene giudicato positivamente da Federconsumatori e Adusbef, che chiedono venga esteso anche ad analoghi episodi che negli stessi giorni si sono verificati per i treni regionali rimasti fermi a causa della neve e del maltempo. “In questi casi bisognerà coinvolgere nel confronto sia le Regioni, titolari del contratto di servizio, che Trenitalia”, spiegano le due associazioni, che si mettono a disposizione per fornire assistenza ai cittadini, dall’inoltro della richiesta al risarcimento. Trenitalia renderà note le modalità per ottenere i risarcimenti nei prossimi giorni.

Comments are closed.