Treni, disservizi sulla Venezia-Milano. Consumatori protestano per i tagli

Venezia-Milano in 5 ore e mezza. E problemi su tutta la linea ferroviaria a causa dell’incendio di una locomotiva diesel di Sistemi Territoriali, in servizio su un treno merci: la circolazione ferroviaria fra Venezia e Milano è stata sospesa questa mattina dalle 6.10 alle 8.40, poi è ripresa a senso unico alternato sul binario in direzione Venezia, mentre su quello in direzione Milano è stato necessario ripristinare la linea di alimentazione elettrica dei treni e la circolazione è ripresa solo alle 12.10. I disagi hanno riguardato in tutto 40 treni fra Frecciabianca, Intercity e Regionali.

I passeggeri della Frecciabianca partita alle 7 da Venezia, rimarcano Federconsumatori e Adusbef, hanno impiegato 5 ore e mezza per arrivare a Milano. Sono ben 40 i convogli interessati da disagi, ritardi o soppressioni. Se è questa la situazione odierna, non osiamo immaginare quello che accadrà nei prossimi mesi – spiegano le due associazioni – Per reperire risorse da destinare al taglio dell’Imu sulla prima casa, infatti, il Governo ha sottratto 300 milioni di euro alla manutenzione straordinaria della rete ferroviaria, a cui, nel 2015, si aggiungeranno altri 100 milioni di taglio agli investimenti sulla rete ferroviaria.Si prospettano, quindi, tempi difficili per i passeggeri, in particolar modo per i pendolari che, già oggi, si trovano a viaggiare su carrozze logorate da lunghi anni di servizio, spesso sporche e prive di aria condizionata d’estate e riscaldamento d’inverno”.

Federconsumatori e Adusbef sono a disposizione dei passeggeri coinvolti dai disagi verificatisi in mattinata per fornire tutta l’assistenza necessaria a ottenere i rimborsi e hanno chiesto un incontro urgente a Trenitalia per definire le necessarie forme di indennizzo per coloro che, a causa del ritardo, hanno perso coincidenze e appuntamenti.

Comments are closed.