Trenord, Altroconsumo: posticipata udienza per ammissibilità class action

L’udienza con cui il Tribunale di Milano deciderà sull’ammissibilità della class action avviata da Altroconsumo nei confronti di Trenord per i ritardi e i treni cancellati dello scorso dicembre – quando il sistema ferroviario della Lombardia è andato in tilt per giorni – è stata posticipata a data da definirsi. L’associazione chiede il rimborso di tre mesi di abbonamento per tutti i pendolari che, a causa di questo disservizio, sono stati in balìa di ritardi e cancellazioni per 15 giorni. Sono già 15 mila le preadesioni raccolte.

Spiega Altroconsumo: “Nel trasporto ferroviario l’utente può far valere i suoi diritti entro un anno. I termini si avvicinano, ma per evitare di incorrere in un’eventuale decadenza, stiamo contattando tutti i preaderenti alla class action per essere autorizzati a chiedere l’interruzione della prescrizione in loro favore e garantire così la tutela dei loro diritti. Nell’attesa dell’udienza di ammissibilità della class action ti consigliamo di conservare l’abbonamento di dicembre o lo scontrino dell’avvenuta ricarica della tessera elettronica”.

Comments are closed.