Trenord, Codici contro lo sciopero

“Ennesimo sciopero del servizio di trasporto regionale, ennesimi disservizi per gli utenti, ennesimo buco nell’acqua”. Codici denuncia l’ennesimo sciopero inutile, sempre di venerdì, che non porterà a nulla, in attesa del prossimo sciopero. Codici sottolinea quanto questi scioperi abbiano come risultatao solo quello di fare arrabbiare all’inverosimile l’utente del servizio che già deve subire i disservizi, che sono uno standard giornaliero del servizio, in più deve subire queste giornate di sciopero che colpiscono solo lui.

Il diritto allo sciopero è sacrosanto, ma i lavoratori che aderiscono a questi scioperi dovrebbero fare una semplice domanda ai propri sindacalisti: COSA ABBIAMO OTTENUTO? “Le motivazioni sono sacrosante, siamo al fianco di tutti i lavoratori che in questi anni continuano a vedere calpestati i propri diritti, ma i metodi sono ormai desueti. Cosa serve colpire l’unica componente che non ha potere decisionale in tutta questa vicenda?” commenta Davide Zanon di Codici Lombardia “Scioperare in questo modo secondo noi è assolutamente inadeguato. Allora chiediamo ai sindacati uno sforzo nel voler pensare a forme di sciopero alternative, o almeno in grado di colpire chi veramente ha responsabilità nello stato attuale delle loro legittime rivendicazioni e non coloro i quali non centrano assolutamente nulla!”

CODICI farà un esposto alla Procura della Repubblica perché verifichi che le fasce di tutela siano state rispettate.

Comments are closed.