Windjet, troppi disservizi. Altroconsumo: meglio cambiare

Non è bastato l’intervento dell’Enac che a metà luglio ha convocato la compagnia low cost Windjet per fare chiarezza sui continui disservizi patiti dai passeggeri in volo da e per Palermo. La compagnia è ancora nell’occhio del ciclone  i disagi continuano a farla da padrona. E’ quanto sostiene Altroconsumo che riceve continue segnalazioni da parte di consumatori che si sono visti annullare o cancellare il proprio volo. Il consiglio dell’Associazione è di non prenotare viaggi con Windjet. Contribuisce a rendere la faccenda più ingarbugliata il fatto che la società non naviga in buone acque: nata nel 2003 con l’obiettivo di collegare la Sicilia con le principali città italiane ed europee, Windjet si è poi trasformata in una compagnia low-cost. Negli ultimi 3 anni le perdite sono passate da 182.577 euro nel 2009, a più di 3 milioni nel 2010, per arrivare a oltre 10 milioni nel 2011. Lo scorso aprile la società è stata messa in liquidazione e Alitalia si è resa disponibile ad acquistarla. L’operazione è stata esaminata dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato che lo scorso 18 luglio ha dato il via libera all’acquisizione di Windjet da parte di Alitalia ma la società dovrà cedere alcune tratte sulle rotte Palermo-Milano Linate, Catania-Milano Linate e Catania-Roma Fiumicino.

Comments are closed.