Federconsumatori: turismo all’insegna del risparmio. No al ticket sulle spiagge

Davanti alle vacanze gli italiani quest’anno si dividono in tre: un terzo potrà permettersi ferie estive per almeno una settimana; un terzo farà vacanze “mordi e fuggi” e cercherà l’ospitalità di amici e parenti; un terzo rimarrà a casa e si concederà solo un po’ di relax nelle località di mare più vicine. La stagione turistica sarà insomma all’insegna del risparmio e del low cost. A ribadirlo, Federconsumatori e Adusbef, che allo stesso tempo contestano la proposta lanciata dal presidente veneto di Confturismo e Federalberghi, Marco Michielli: far pagare un ticket di due euro per i pendolari delle spiagge del litorale veneto, per contribuire ai costi di pulizia e ai servizi di soccorso, e prevedere un provvedimento analogo per il turismo giornaliero a Venezia. “Un’operazione che non esiste in natura, del tutto improponibile che, al posto di rilanciare il settore contribuirebbe ad affossarlo”, commentano i presidenti Federconsumatori e Adusbef Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, per i quali “è necessario, piuttosto, rilanciare la domanda nel settore del turismo, non solo per il bene delle famiglie, ma anche per i rilevanti risvolti economici del settore turistico. Per fare ciò bisogna avviare grandi promozioni, offerte ed incentivi, anche attraverso accordi con associazioni e forze sociali che rappresentano particolari categorie di cittadini, come ad esempio i pensionati, o gli studenti”.

Nel frattempo, l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori segnala una stagione turistica all’insegna del risparmio. Solo il 34% degli italiani partirà per le ferie estive, per almeno una settimana, spendendo una media di poco meno di 900 euro a persona. Un ampio numero di vacanzieri in realtà è “mordi e fuggi”, fa ferie spezzettate, si sposta per una manciata di giorni, cerca ospitalità presso amici e parenti: sono modalità di viaggio che coinvolgeranno oltre il 35% degli italiani. Il 31%, invece, sarà costretto a rinunciare alle vacanze estive, concedendosi solo qualche giornata nelle località balneari più vicine.

Comments are closed.