Natale, Adoc: clima di fiducia. Parte il 70% degli italiani

“Le famiglie italiane non si arrendono e decidono, nonostante la crisi e le difficoltà economiche, di concedersi una vacanza durante le feste natalizie”. E’ quanto sostiene Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc, secondo cui rispetto allo scorso anno si muoverà il 15% in più di consumatori, a partire saranno il 70% circa degli italiani. L’Associazione ritiene che le famiglie hanno risposto positivamente alle numerose offerte, che prevedono costi ridotti anche fino al 50%, proposte sia dalle agenzie di viaggio che dai tour operator.  Positivo anche il ricorso alle offerte online, che in determinati casi possono arrivare ad offrire sconti anche fino al 70%. In questo senso chiediamo agli operatori del settore di garantire ad ogni modo prezzi contenuti e, soprattutto, servizi di qualità ed eccellenza.

Tra le mete l’Italia, grazie anche al turismo religioso, è la più gettonata, dato che si registra l’8% in più di prenotazioni, bene anche i viaggi all’estero, soprattutto i Paesi europei, che segnano un +7% rispetto lo scorso anno. Tra le mete italiane registriamo il boom delle prenotazioni per la montagna, sia Alpi che Appennino, con il 60% delle preferenze.

L’Adoc pubblica infine un vademecum per il risparmio vacanze, con consigli che spaziano dalla prenotazione del volo fino alla sicurezza del proprio appartamento.

 1. Budget: opportuno fissare un tetto di spesa per la vacanza, in modo da valutare attentamente i costi di ogni singola voce, senza sprechi di denaro
2. Last minute: ricorrere ad offerte dell’ultimo minuto, sia per voli e alberghi, può  portare a risparmi nell’ordine del 30% in meno;
3. Prenotazione volo: meglio prenotare con largo anticipo . Si può risparmiare dal 25 al 35% in meno sul prezzo del biglietto e nello stesso momento ci permetterà di organizzare al meglio il nostro viaggio;
4. Vacanza “fai da te”: diventare il tour operator di sé stessi permette di risparmiare fino al 20%
5. Viaggiare in gruppo: spesso ci sono offerte apposite per vacanze in comitiva, si può risparmiare il 25-30%; inoltre c’è l’ulteriore risparmio della spesa divisa per i componenti del gruppo
6. Benzina: se si decide viaggiare con la propria macchina si consiglia di fare il pieno di benzina presso i distributori dipendenti, dove si può risparmiare in media 5/7 centesimi di euro al litro
7. Spesa alimentare: meglio effettuarla prima di partire presso i supermercati della propria residenza si può risparmiare addirittura il 40% in meno rispetto ai luoghi turistici;
8. Lista: spesso ci si dimentica di mettere in valigia prodotti indispensabili, la cui assenza ci costringerà a ricomprarli nella località turistica, con un aggravio di spesa.
9. Sicurezza del proprio appartamento: controllare sempre il livello di sicurezza della casa lasciata ma soprattutto, non lasciate gli apparecchi elettrici accesi in “stand- by”.

Comments are closed.