Sconsigliati i viaggi in Egitto, Federcontribuenti: multiproprietari in trappola

E’ di venerdì scorso la decisione della Farnesina formalizzare lo sconsiglio per i viaggi in Sinai, comprese località molto gettonate dai turisti quali Sharm, Taba, Dabah e Nuweiba.  Di conseguenza, i tour operator sono stati costretti a rimborsare i viaggi prenotati oppure a proporre ai viaggiatori in partenza una meta alternativa. Un privilegio non riconosciuto ai titolari di multiproprietà. In Egitto, specie a Sharm, la Domina Vacanze possiede gran parte delle case vacanze in multiproprietà e sembra non voler concedere ai titolari sconti o agevolazioni di nessun tipo. A venire in soccorso di questi consumatori Federcontribuenti: “Non si tratta di proprietari di case ”normali”, vale a dire persone che hanno pagato, comprato e che nulla devono dare ancora agli ex proprietari, – spiega il presidente Paccagnella, – si tratta di persone che pur comprando il diritto di usufruire a tempo di una casa sono costretti ai costi alti di gestione della casa stessa. In questo caso, i proprietari e chissà per quanto tempo non potranno usufruire dell’acquisto ma saranno obbligati alle spese a tutto vantaggio della società”.

La Federazione, che invita i consumatori a rivolgersi presso le proprie sedi, sottolinea che “manca del tutto nei contratti la clausola, causa di forza maggiore, questo non tutela gli acquirenti in nessun modo falsando quanto stabilito nei vari codici: civile e dei consumatori”.

Comments are closed.